BRUSIGLIANO, A BREVE INTERVENTO DEFINITIVO SULLA ZONA

Campo di volo: rifiuti sul Brusigliano
Campo di volo: rifiuti sul Brusigliano

PISTOIA. L’amministrazione, non solo è perfettamente a conoscenza della situazione lungo il Brusigliano, ma ha deciso, fin dal suo insediamento, di lavorare attivamente per risolverla definitivamente. E lo farà, perché fin dal 2012 l’Amministrazione ha intrapreso numerose azioni – e altre ne ha in programma – per rimuovere finalmente la condizione di degrado che non da oggi, ma da decenni interessa la zona, con il duplice obiettivo di dare una stabile e dignitosa sistemazione all’insediamento abitativo dei cittadini Rom e di permettere al Genio civile di eseguire i lavori di rafforzamento dell’argine sinistro dell’Ombrone, che infatti si sono da poco conclusi.

Quest’ultimo intervento sull’Ombrone ha determinato la messa in sicurezza di tutta l’area dal punto di vista del rischio idraulico. Il Genio civile ha provveduto, infatti, a consolidare l’argine sinistro dell’Ombrone sia nella parte interna, con la realizzazione di una barriera in pietra, sia in quella esterna, con l’apporto di terreno.

Numerosi sono gli interventi di recupero e smaltimento rifiuti che l’Amministrazione comunale effettua ciclicamente. Circa dieci quelli attuati nel 2015, l’ultimo dei quali nel mese di ottobre per rifiuti ingombranti. Al fine di ripristinare le condizioni di deflusso delle acque del torrente, molteplici azioni sono state messe in atto dalla Protezione Civile e dal cantiere comunale in via d’urgenza. Altrettanto numerosi, e particolarmente onerosi, sono le attività di rimozione, richieste dall’ufficio ambiente e effettuati da Publiambiente, dei rifiuti abbandonati a margine della viabilità comunale.

Ulteriori interventi di rimozione hanno interessato specifiche tipologie di rifiuti. Tra questi, nel dicembre 2013, tramite appalto a una ditta esterna per complessivi 20 mila euro, sono stati rimossi rifiuti classificabili come pericolosi. Periodici interventi di rimozione di numerosi veicoli abbandonati sono stati eseguiti dal cantiere comunale con l’ausilio della Polizia municipale. Inoltre, nell’aprile 2015, con procedura di somma urgenza, è stato completato un intervento di messa in sicurezza e smaltimento di rifiuti oggetto di incendio per circa 7 mila euro.

Significativo – dall’inizio del mandato – l’impegno dell’Amministrazione comunale per il completo ripristino ambientale dell’area, che sta coinvolgendo gli uffici comunali (servizi sociali, Polizia municipale, lavori pubblici e protezione civile, ambiente, ciascuno per le proprie competenze) anche in una serie di attività finalizzate principalmente a raggiungere due obiettivi.

Ombrone
Ombrone

Innanzitutto, quantificare gli oneri economici per l’intervento complessivo di rimozione di tutti i rifiuti restanti nell’area. Il secondo obiettivo riguarda l’attuazione di procedure operative volte a impedire comportamenti scorretti sotto il profilo ambientale da parte di tutti coloro che abusivamente scaricano nell’area rifiuti di varia natura. Tali azioni sono da tempo in corso.

In fase conclusiva sono i lavori di realizzazione della rete fognaria a servizio dell’insediamento dei cittadini Rom che nel gennaio 2015 erano stati trasferiti dalla loro posizione originaria in un’area a sinistra del torrente Brusigliano – individuata dagli strumenti urbanistici – per permettere l’intervento di ringrosso dell’argine dell’Ombrone.

L’Amministrazione comunale sta intensificando, inoltre, i controlli sui movimenti dei mezzi che effettuano gli scarichi di materiale nella zona di via Ciliegiole: è emersa, infatti, la necessità di delimitare gli accessi per consentire il posizionamento di telecamere a infrarossi, e di incrementare le telecamere di videosorveglianza e le attività di controllo e repressione illeciti.

Nell’ambito dei lavori di risanamento del torrente Brusigliano, l’Amministrazione comunale ha avviato anche una serie di opere connesse all’area ospedaliera, tra cui la realizzazione della cassa di espansione nell’area del Bosco in città, con la contestuale sistemazione a verde dell’intero spazio.

Tramite gara è stata individuata, infatti, la ditta che a breve si occuperà di ripulire l’area dalle sterpaglie – salvaguardando le essenze arboree esistenti – e di realizzare la cassa di espansione nel tratto a sinistra del torrente Brusigliano che va dal bacino urbano fino al rilevato ferroviario della linea Firenze-Pistoia-Lucca, per una superficie complessiva di 24 mila metri quadrati.

[puggelli – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento