buchi & toppe. ARRIVA IL PREMIO “AGLIANA MEMORIA 2020”, TUTTI A PREGAR IDDÌO LIETI E CONTENTI!

Lucilla Di Renzo abbronzatissima esponente Pd, premiata da Luca Benesperi, sindaco di Agrumia. Alla fine comanda ancora il Pierucci…

 

AGLIANA. Due lustri fa, il Sindaco Benesperi era un consigliere di opposizione impegnato e critico con le malversazioni degli esponenti demokrats e già allora ci riportava molte notizie.

All’epoca collaboravamo con il Porciatti e Luca aveva anche l’associazione culturale Aurora che editava un periodico locale (anzi, sindaco Luca, ci ho sempre i libri contabili al mio studio, se puoi passa a ritirarli! Maurizio Ciottoli s’è fatto levare la pubblicità, tu riprenditi le tue scartoffie).

Si sono “ricordati” degli eroi con ritardo: dopo la nostra denuncia e le proteste delle infermiere

Erano tempi d’oro: i comunisti, si chiamavano ancora così, non era arrivato Papa Francesco e la Lucilla (la direttrice dell’ospedale) era anche una accanita inceneritorista.

Non lo sapevate? Sappiatèlo! Era nota per le minacce trasversali che aveva rivolto alla comunità dei suoi colleghi, vista la posizione critica che l’Ordine dei Medici (presidente Egisto Bagnoni) aveva preso, d’accordo con il Frer Ordini dell’Emilia Romagna e anche per fallimentari iniziative di volontariato in seno al Comune (l’Albo dei volontari si è sgonfiato subito dopo due soli iscritti).

Luca Benesperi, consigliere di opposizione, criticava duramente la Di Renzo, segretaria del Pd. Mutatis mutandis, oggi è stato infiocchettato dalla cultura di sinistra?

Altri tempi.Oggi, Luca – che sembra abbia pensato, con i suoi assessori, non guardate a chi era ma chi è, ha rinnegato la storia e consegnato il premio “Donna d’Agliana” all’avversaria, ex assessora ed ex segretaria del Pd Aglianese (che non ha il metro alla mano, ma che incassa oltre 100.000 euro l’anno) esercitando così lo stupro della coscienza degli oppositori di centrodestra dell’ieri.

Ecco che, dopo aver “fatto la frittata” con la nomina dell’abbronzatissima Lucilla a un premio non solo immeritato (è un’opinione nostra, quindi non contestabile), ma anche oltraggioso per chi si è davvero fatto il culoin corsia, l’amministrazione del rinnova-bazza tenta oggi – e lo fa maldestramente dopo la nostra silurata – di mettere una toppa che è peggio del buco, promovendo una mozione ridicola: Agliana Memoria 2020.

A queste niente premio: basta una pacca sulle spalle e 100 euro a fine mese.

Le infermiere del Nursind e non solo, sono molto incazzate per la vicenda del premio “Donna di Agliana” che è stato tradotto come una ingiuria ignobile: un affronto, un ceffone, tirato dall’amministrazione a tutte le donne che, il Covid19, l’hanno davvero contrastato con gli scafandri parafiato facendo servizio nelle corsie e non con le passerelle della stampa o le raccolte a fondi benefici tra i “belli del paese”. E come dar loro torto?

Alessandro Romiti
[alessandroromiti@linealibera.info]


 

STACCHETTO PUBBLICITARIO

 

Con il premio “Agliana Memoria 2020” chi sarà gratificato? Chi dimenticherà più alla svelta le bischerate dell’amministrazione del cambia-bazza o chi – come noi – è un po’ autistico e si ricorda di tutto e di tutti?

O Triade Santa e gloriosa del Comune di Agrumia, Aveta-Benesperi-Ciottoli (Brahma-Vishnu-Shiva), Linea Libera si candida sin d’ora.

Guardate se, oltre a un foglio di carta in cornice, potete darci anche una elemosina, magari ricca come quella di Artioli a don Tofani.

La Tonioni lo faceva con Pane & Rose, anche se la segretaria s’è cucita le palpebre su quell’affare là… Potreste fare come la Luisa quando era vicesindaca.

Oppure potreste anche trovare una partecipata per uno dei nostri giornalisti: con l’obbligo, ovviamente, di pagare le spese del giornale sempre in rosso come quelli che avete battuto e con cui state parlando il politicamente corretto, la lingua del perfetto cattocomunista, che batte sempre dove il dente duole.

Mostrate, una buona volta, di essere uomini misericordiosi come vuole Bergoglio, piuttosto che  autoritari e “fascio-leghisti” alla Rossi!

Edoardo Bianchini


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “buchi & toppe. ARRIVA IL PREMIO “AGLIANA MEMORIA 2020”, TUTTI A PREGAR IDDÌO LIETI E CONTENTI!

Comments are closed.