BUGGIANO CASTELLO, UN PREZIOSO GIOIELLO LASCIATO A SE STESSO

Nessuna previsione di interventi per il borgo medievale
Buggiano Castello
Buggiano Castello

BUGGIANO. Durante la serata a Buggiano, alla presenza dei residenti e dell’Associazione “Buggiano Castello”, il Sindaco rivelava che non ci sono i soldi e l’unica promessa in grado di fare è quella dell’impegno dell’ amministrazione. Che non ci siano i soldi per Buggiano non è una novità, visto che anche quando in effetti ci sarebbero stati, non sono mai stati destinati, se non in minima parte, alla cura del nostro più prezioso gioiello!

Il Movimento 5 Stelle ha aspettato il consiglio comunale per poter meglio comprendere quale tipo di impegno, se pur minimo, sarebbe stata disposta a prendersi l’amministrazione. Ha aspettato di vedere se una minima voce sarebbe comparsa nel bilancio di previsione ma si è solo potuto constatare che Buggiano, come in tutti questi anni, sarà lasciato andare al suo destino.

Uno dei borghi più belli della Valdinievole sia sotto l’aspetto storico che paesaggistico, una realtà come Buggiano Castello, da anni sarebbe dovuta essere oggetto di investimento in risorse economiche ed energie, affinché diventasse il fulcro di molte attività correlate come avviene per molti piccoli borghi italiani, diventando magari traino, con le sue bellissime iniziative, per il turismo di tutta la Valdinievole.

Non c’è stata l’intuizione sulle potenzialità del posto, non c’è stata assolutamente lungimiranza e visione per un efficace progetto. Questo perché le amministrazioni degli ultimi decenni, soprattutto in Valdinievole, si sono concentrate solo ed esclusivamente su logiche di sviluppo imposte dal sistema consumistico di appalti, clientelare e/o speculativo.

Alcune pianificazioni urbanistiche in questi anni sono avvenute in modo veloce senza troppo tergiversare, non vorremmo mai pensare che l’amministrazione si muova privilegiando una zona piuttosto che un’altra ma per i cittadini è davvero incomprensibile il criterio con cui si decidono le priorità. Aspettare, aspettare… il paese di Buggiano deve ancora aspettare.

Da troppo tempo dimenticato, meritava di essere curato nel momento del bisogno, senza aspettare che i danni diventassero cronici. Chi è che si arroga il diritto della scelta di rimandare?

Le associazioni si impegnano, vedi “La campagna dentro le mura” o il recente “Faimarathon”, ma l’amministrazione cosa ha fatto di concreto per la manutenzione e la cura del piccolo borgo medievale? Se le cose degenereranno non si venga poi a parlare di imprevisti.

In circa 8-10 anni le promesse si sono sprecate. Ci si nasconde dietro intoppi burocratici e tecnici, che allorquando si vuole si risolvono alla svelta. Tutto ci fa pensare che i cantieri di Buggiano non abbiano gli stessi interessi di altri. Ci dobbiamo convincere che da qui al futuro dovremmo riconvertirci a rivalutare il “bello” che per fortuna abbiamo e preservare il nostro patrimonio storico, il quale darà lavoro per sempre a muratori, carpentieri, falegnami, elettricisti, idraulici, e così via.

L’economia può funzionare anche senza lottizzare all’infinito. Ci aspettiamo, a breve, una presa di coscienza dell’amministrazione e un cambio di rotta culturale che porti a scelte coraggiose contro le vecchie logiche di gestione del territorio.

Movimento 5 stelle in Valdinievole

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento