“BUONA SCUOLA” TOSCANA, I VINCITORI DEL PREMIO ZINI 2015

Le allegre aiuole e l’orto matematico, la costruzione del verde. E il seme che diventa buona alimentazione
Una premiazione
Una premiazione

PISTOIA. Ancora una volta Pistoia premia la ‘buona scuola’, quella che guarda al futuro verde e che ha partecipato alla XIX edizione del Premio Zini. Organizzato dall’istituto Professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente Barone de Franceschi, il premio ha valenza regionale, la cerimonia di premiazione si è svolta nell’Auditorium Terzani della Biblioteca San Giorgio di Pistoia.

Ricca e varia le platea dei vincitori del Premio Zini 2015, con attività che hanno risvolti pedagogici e culturali. Alla scuola di Camaiore nella Lucchesia fanno l’orto matematico, a Corezzo nell’aretino costruiscono le allegre aiuole, alle scuole di Pescia i contadini vanno a fare cultura a Km0, a Casalguidi sono partiti con un seme e hanno coinvolto scolari dall’asilo alle medie, passando per la scuola primaria.

E poi ci sono i ‘grandi’, gli allievi degli istituti agrari di Pescia e di Pistoia che hanno presentato progetti ‘operativi’ per realizzare: uno spazio verde presso il Centro Visite della Riserva Naturale del Padule; un’area verde in località Chiesanuova a Pistoia; oppure un’ipotesi per riqualificare il Giardino del Campo scuola sempre a Pistoia.

“Anche in questa edizione le scuole partecipanti hanno dimostrato grande sensibilità ai temi dell’ambiente e dell’agricoltura – ha dichiarato Angela Desideri, dirigente scolastica dell’istituto Barone de Franceschi – , coinvolgendo gli studenti in progetti che li hanno visti protagonisti attivi, ricchi di idee interessanti ed innovative”.

Ricco il bagaglio che si sono portati a casa gli istituti scolastici grazie alla manifestazione dedicata a Renzo Zini, professore e preside per 25 anni dell’Istituto per l’Agricoltura e l’Ambiente Barone de Franceschi di Pistoia, che quest’anno ha premiato con assegni da 700 euro i migliori progetti di tutte le scuole toscane (di ogni ordine e grado) sulla valorizzazione dei prodotti agricoli del territorio o gestione di spazi verdi. Tra i premi anche il Contadino Giò, kit didattico per avere l’orto anche in spazi ristretti, creato nell’ambito della rete Campagna Amica di Coldiretti. “Siamo felici di partecipare e contribuire alla riuscita del premio Zini, – ha dichiarato Vincenzo Tropiano, direttore di Coldiretti Pistoia – . Rientra nel Dna di Coldiretti creare i presupposti perché il settore primario abbia un ruolo sempre più rilevante nella nostra società, dal punto di vista economico, alimentare ed ambientale”.

Coldiretti-Campagna Amica è partner del Premio Zini. Insieme alla Fondazione Agraria Barone de Franceschi e alla Biblioteca San Giorgio hanno contribuito al premio patrocinato da Ufficio Scolastico Provinciale, Regione Toscana, Provincia e Comune di Pistoia e Uncem: Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, Fondazione Banche di Pistoia, Vignole e Montagna pistoiese, Fondazione Giorgio Tesi onlus, Collegio provinciale degli agronomi di Pistoia, Cisl Scuola, azienda agricola Gieffe, Banca di Pistoia, Banca di Masiano, azienda Innocenti&Mangoni Piante, Giardino zoologico di Pistoia, Vibanca San Pietro in Vincio e Agrivivai.

La commissione giudicatrice dei progetti presentati dagli studenti era composta da Carlo Vezzosi (presidente), Maria Laura Caciagli, Angela Desideri, Eugenio Fagnoni, Antonio Pagli, Lara Peverini, Giovanna Sgueglia, Laura Ulivi e Cristina Zini.

ELENCO DEI VINCITORI 2015

Istituto Comprensivo Camaiore 1 Scuola secondaria di I grado
Progetto di educazione ambientale: ‘l’orto matematico’
Vince un assegno da 700 euro

Il contadino Giò
Il contadino Giò

Si tratta di un interessante ed originale percorso di educazione ambientale che l’Istituto ha condotto in collaborazione con Coldiretti e con il Comune di Camaiore per la coltivazione di un terreno difficile da lavorare. L’idea che ha stimolato gli studenti è stata quella di associare alla cura e coltivazione di un orto scolastico, lo studio della matematica, che si ritrova nelle forme, nelle misure, nell’utilizzo di frazioni e formule, nei calcoli… Ecco che le piantine che devono esser trapiantate nell’orto, in moduli misurati e disegnati sul terreno, permettono di applicare una nuova disciplina l’agrimatica.

“Stimolare, interessare e sensibilizzare i ragazzi della Scuola dell’Infanzia, della Primaria ed in particolare della Scuola Secondaria di Primo Grado sulla ricchezza, potenzialità e problematicità del nostro territorio”. Inizialmente è stato costruito l’albero matematico di Natale, utilizzando canne di bambù prese dal giardino della scuola e, con solo materiale riciclato, sono stati rappresentati numeri, figure, relazioni e formule in modo colorato e creativo.

Scuola Primaria e Infanzia di Corezzo
Progetto ‘Le Allegre Aiuole’
Vince un assegno da 700 euro

Il progetto ha visto i bambini ed i ragazzi impegnati nella realizzazione pratica di un orto, dal dissodamento del terreno alla semina, alla cura degli ortaggi in crescita sino al raccolto. L’attività, ben documentata mediante tecnologia multimediale, si è sviluppata trasversalmente alle diverse discipline scolastiche coinvolgendo i diversi insegnanti.

La platea
La platea

Istituto Comprensivo Statale “Fermi” Casalguidi
Progetto ‘Fioriamo bene se mangiamo sano’
Vince un assegno da 700 euro

Il progetto si è realizzato tramite un laboratorio che nasceva con l’intento di promuovere l’inclusione fra alunni per lavorare insieme e prendersi cura di semi che sarebbero divenuti fiori, piante ed ortaggi. Le attività si sono diversificate in relazione all’età e all’ordine di scuola frequentato dagli alunni, in un ambiente di apprendimento comunque sereno e positivo, che facilita la socializzazione, la comunicazione e la condivisione e nel quale si apprezza il lavoro manuale a contatto con la terra. L’istituto Fermi ha ormai una consolidata tradizione negli orti, che ha visto l’attiva collaborazione di tutor Campagna Amica di Coldiretti.

Istituto Comprensivo Pescia 2 Rita Levi Montalcini
Il Mercato va nella scuola a fare cultura del Km 0
Vince Il Contadino Giò, l’orto didattico per avere l’orto anche in spazi ristretti

Il progetto riassume in una serie di percorsi attivati dagli alunni dell’Istituto l’idea del consumo di prossimità a filiera corta. Le diverse iniziative pongono le loro basi su un percorso d formazione dei docenti poi trasferitosi in attività didattiche per gli alunni. Le azioni hanno trovato il supporto del Territorio (famiglie, Usl, enti locali, ecc.) e si sono poste lo scopo di modificare le abitudini alimentari dei bambini/ragazzi avvicinandoli ad un maggior consumo di frutta e verdura, limitando l’uso di ipercaloriche merendine confezionate. La parte pratica del progetto ha visto la presenza nei diversi plessi dell’istituto dei produttori Campagna Amica-Coldiretti e dei loro banchi.

Ipsaa De Franceschi Pistoia classi IV B e V C prof. Borselli, Gonfiantini, Pupa, Lapucci
Progetto per la realizzazione di un’area verde situata in località Chiesanuova – Pistoia
Vince un assegno da 700 euro

La giuria
La giuria

Il progetto, completo in ogni dettaglio, si fonda su una accurata analisi dell’area da riqualificare e sulla definizione dei criteri di realizzazione dello spazio verde. Accurato l’apparato iconografico, con schede tematiche sulle specie utilizzate. Gli studenti hanno arricchito il loro studio di progetto consultando un’ampia bibliografia on line e facendo utilizzo delle risorse che la tecnologia mette oggi a disposizione. Le piante che saranno poste a dimora nel giardino sono state scelte tenendo conto della caratterizzazione tematica che si vuol dare all’area e delle caratteristiche pedoclimatiche, di manutenzione, di impatto ambientale individuate in accordo con l’Amministrazione comunale che sosterrà i lavori e si prenderà cura in seguito della manutenzione dell’area. La cartografia con cui è presentato il progetto del giardino è ben realizzata e corredata di immagini che offrono una visione proiettiva della sistemazione definitiva.

Ipsaa De Franceschi Pistoia classi IV A prof Borselli e Pisaneschi
Progetto di Riqualificazione del Giardino del Camposcuola – Pistoia
Vince un assegno da 700 euro

Il progetto, in collaborazione tra l’Ipsaa De Franceschi ed una ditta di vivai, è stato realizzato nell’ambito delle attività di alternanza scuola-lavoro, per riqualificare un giardino collocato all’ingresso del Camposcuola a Pistoia, così da renderlo in grado di soddisfare le funzioni di sosta e ricreazione per adulti e bambini, in un ambiente gradevole.

Il progetto si è sviluppato dall’analisi dell’area in loco e sulle tavole del Prg del Comune di Pistoia sull’estratto della mappa catastale, fino all’elaborazione tramite l’utilizzo di un programma di disegno informatico di una tavola di progetto, completa di relazione tecnica e preventivo di spesa che considerasse sia le piante che gli elementi di arredo.

Istituto Tecnico Agrario “D. Anzilotti” – Pescia
Studentessa Progettista Martina Magrini
Vince un assegno da 700 euro

Progettazione per la realizzazione dello spazio verde presso il Centro Visite della Riserva Naturale del Padule di Fucecchio”. L’elaborato offre la possibilità di conoscere lo spazio del Centro Visite della Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, con particolare accento sulle tematiche ambientali e sulle vicende storiche che, da sempre, hanno interessato queste zone. La riqualificazione dell’area viene ben analizzata e il lavoro è corredato da un apparato iconografico accurato, con schede tematiche sulle specie utilizzate, scelte che tengono conto anche delle finalità dello spazio progettato, destinato a classi di piccoli studenti che sono ospiti del Centro durante l’anno scolastico.

Interessante la scelta progettuale sulla disposizione delle piante fondata sulla realizzazione di diversi obiettivi tra i quali quello della conservazione delle piante acquatiche autoctone, attraverso un progetto con la Scuola Superiore S. Anna di Pisa. Non si disdegna nemmeno la progettualità pensata per spazi di relax e ristoro, spazi attrezzati per godere, in tutta serenità, della natura circostante.

[coldiretti pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento