burràkia. L’ACQUA SPARISCE: FUORI, AL CONTATORE, GLI OPERAI DI PUBLIACQUA AVEVANO CHIUSO IL FLUSSO SENZA AVVISARE

La solerte opera del personale di Publiacqua lascia la gente all’asciutto all’improvviso

 

 

L’avventura di una anziana di Quarrata che ha perso – giustamente – le staffe. Un’altra medaglietta alle privatizzazioni volute dalla sinistra

 

___________________________

 

UN LETTORE quarratino scrive:

Stamattina (lunedì 14 dicembre – n.d.r.) Publiacqua senza dire nulla a nessuno ha fatto questo.

Mia madre, molto anziana, era in bagno seduta sul bidet e ha dovuto chiamare mia moglie che le portasse un secchio d’acqua per terminare le pulizie personali interrotte all’improvviso.

Ovviamente gli operai di Publiacqua hanno fatto tutto senza avvertire nessuno, come sempre e come al solito.

Di bello e di buono c’è che mia madre gliene ha dette di tutti i colori. Al che gli operai hanno risposto che avrebbe dovuto ringraziare il cielo perché stavano lavorando a favore del cliente e perché il servizio sarebbe stato migliore.

«E allora – ha ribattuto lei – se volete migliorare il servizio, perché da anni non andate a ripulire il deposito da cui vengono, attraverso le condutture, non solo l’acqua, che è com’è, ma anche il sudiciume delle mancate pulizie?».

Secondo voi ha fatto bene o è stata maleducata…?

[redazione@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email