capitale 2017. LA CREATIVITÀ DEI BAMBINI RACCONTA PISTOIA

Oltre 40 i disegni realizzati dai piccoli di 5 anni delle scuole per l’infanzia comunali esposti sulle vetrine di esercizi commerciali e non. Il 31 marzo e il 1° aprile un convegno al Teatro Bolognini con esperti nazionali e internazionali sulle sfide dei servizi educativi
Logo Pistoia Capitale

PISTOIA. Come vedono i bambini palazzi, monumenti, chiese e opere d’arte della loro città? Per rispondere a questa domanda il Comune di Pistoia in collaborazione con Confcommercio ha organizzato l’iniziativa La città letta con lo sguardo dei bambini.

I piccoli di 5 anni delle scuole per l’infanzia Bruno Ciari, Gianni Rodari, Il Castello, Il Melograno, La Coccinella, La Favola, La Filastrocca, La Margherita, Lo Scoiattolo, Marino Marini e Parco Drago hanno realizzato una quarantina di “opere d’arte” formate da disegni, fotografie e testi per raccontare le bellezze della loro città. Dopo avere osservato con occhi curiosi il patrimonio storico e artistico pistoiese – accompagnati dalle loro insegnanti – hanno poi fatto tesoro di questa esperienza realizzando una mostra che sarà inaugurata domani, venerdì 31 marzo, a partire dalle 18:30 in piazza del Duomo.

Per un mese (dal 31 marzo al 30 aprile) i disegni dei bambini faranno bella mostra di sé sulle vetrine degli esercizi commerciali e non che hanno aderito all’iniziativa. Non c’è un itinerario preciso da seguire, ma la narrazione si sviluppa in tanti piccoli racconti che invitano a percorrere e a abitare la città con prospettive inedite.

L’iniziativa, presente nel cartellone di Pistoia Capitale Italiana della Cultura, fa parte dell’evento Pistoia è piccola ma può essere grande realizzata grazie al contributo di Mukki, Centrale del Latte della Toscana Spa e il patrocinio della Regione Toscana. L’iniziativa prevede, oltre all’esposizione, un convegno internazionale dal titolo La cultura dell’infanzia come risorsa della città.

“Il convegno e la mostra – sottolinea l’assessore all’educazione e cultura Elena Becheri – sono occasioni che testimoniano la passione che nel tempo ha alimentato l’impegno del Comune di Pistoia nel settore educativo per dare concretezza al diritto all’educazione fin dai primi anni di vita. Le due iniziative fanno capire come, attraverso i bambini, passi un modo più solidale di stare insieme e di leggere la città”.

Il convegno La cultura dell’infanzia come risorsa della città.

Si svolgerà venerdì 31 marzo e sabato 1° aprile al Piccolo Teatro Bolognini durante il quale esperti italiani e stranieri si incontreranno per approfondire la riflessione sui servizi educativi come luoghi in cui si produce nuova cultura, luoghi in cui si può intraprendere un’avventura collettiva e democratica in grado di generare, all’interno della comunità, la responsabilità dell’educazione dei propri bambini.

L’Assessore Elena Becheri

Si parte venerdì 31 aprile alle 16 con i saluti dell’assessore al servizio educazione e cultura del Comune di Pistoia Elena Becheri per proseguire con l’assessore all’istruzione, formazione, lavoro della Regione Toscana Cristina Grieco e il direttore dell’Istituto scienze e tecnologie della cognizione del Consiglio Nazionale delle Ricerche Rosario Falcone.

Si susseguiranno gli interventi di Tullia Musatti, dell’ Istituto Scienze e Tecnologie della Cognizione, CNR (Perchè parlare di cultura dei bambini); Michel Vandenbroeck della Vakgroep Sociaal Werk en Sociale Pedagogiek, Universiteit Gent (Condividere la responsabilità educativa tra famiglie e comunità locali); Anna Lia Galardini, direttrice “Nidi d’Infanzia” della Giunti Scuola (Riconoscere e comunicare l’infanzia). La giornata si concluderà con l’inaugurazione dell’esposizione dei disegni dei bambini a partire dalle 18:30 in piazza del Duomo.

Sabato 1° aprile, sempre nel Piccolo Teatro Bolognini, dalle 9 alle 13 è in programma l’iniziativa Bambini e cultura: partecipare, condividere e apprendere con introduzione e coordinamento di Aldo Fortunati, dell’Istituto degli Innocenti di Firenze. Seguirà Paola Cagliari, dell’istituzione scuole e nidi d’infanzia del Comune di Reggio Emilia con l’intervento Nidi e Scuola dell’infanzia, luoghi di produzione culturale per adulti e bambini. Riferimenti teorici e condizioni organizzative. Poi sarà la volta di Gilles Brougère, Département des sciences de l’éducation Université Paris 13 Sorbonne di Parigi per parlare di Apprendere partecipando alle pratiche culturali. Isabella Di Giandomenico, dell’ Istituto Scienze e Tecnologie della Cognizione, CNR interverrà su Tra bambini: fare e conoscere insieme.

La seconda parte degli interventi ha per titolo Alleanze e scambi culturali per costruire la professionalità educativa. A Clara Silva dell’Università di Firenze il compito di introdurre e moderare gli interventi. Parleranno Florence Pirard, Faculté de Psychologie, Logopédie et Sciences de l’Education Universitè de Liège  sul tema I viaggi di studio: una risorsa per accompagnare il lavoro educativo; Maria Reira, departament pedagogía aplicada i psicología de l´educació Universitat de les Illes Balears con Toccare con gli occhi: il valore dello sguardo in educazione. Poi sarà la volta di Donatella Giovannini, del servizio educazione e cultura del Comune di Pistoia con Educare l’infanzia un mestiere a più voci.

La parte degli interventi in programma dalle 14 alle 16 ha per titolo Promuovere cultura di cittadinanza: bambini, famiglie e servizi educativi (introduce e coordina Nice Terzi, presidente del Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia). Ad aprire la sessione sarà Chiara Bove del dipartimento di scienze umane per la formazione R. Massa Università di Milano-Bicocca su I servizi per l’infanzia come luoghi di incontro e dialogo con le famiglie. Poi toccherà a Sylvie Rayna, Experice-Université Paris 13 sul tema Servizi educativi e città: famiglie e partecipazioni. Conclude questa parte Maria Laura Contini del servizio educazione e cultura del Comune di Pistoia su I servizi educativi, spazi pubblici dove costruire legami di comunità

Dalle 16 alle 17 sono previste le Riflessioni conclusive con Peter Moss, Thomas Coram Research Unit, UCL Institute of Education, University College London sull’argomento Come pensare i servizi educativi per i bambini sotto i sei anni in questi tempi tormentati. Le conclusioni del convegno spetteranno al sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli.

Per ulteriori informazioni chiamare lo 0573 371849-823 oppure scrivere all’email r.benedetto@comune.pistoia.it

Ecco vie e luoghi dove è possibile ammirare la mostra di disegni dei bambini.

In via Curtatone e Montanara (Seed; Ottica Barbieri; A.&F. F.lli Morandi; Original Marines; Magnogaudio; Farmacia San Francesco). Piazza del Duomo (da Elda calzature; Caffè Duomo; PistoiaInforma). Via degli Orafi.(Minimondo; La Feltrinelli; Andreini dal 1895 pelletterie; Pellicceria Jeannette; Vecchia confetteria Bonacchi; Stickhouse: Bartolini; Galleria Vittorio Emanuele). Via dei Fabbri (Dogliosi e L’ape regina calzature). Via del Lastrone (Antica merceria Ercoli e La Bottegaia). Via Cavour (Bottega verde; La boutique Pistoia; Baroncelli; Undercolors of Benetton; Barghini; Tricomi; Marella). Via Buozzi (Libreria del Globo). Via Roma (ufficio informazioni e accoglienza turistica-Iat; Ottica Bruni; gelateria Voronoi by Mani). Piazza Gavinana (Tabaccheria Menici Nadia). Corso Silvano Fedi (Camera di Commercio).

[puggelli – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento