capitale della cultura. CNA: «UN’OCCASIONE PER LE IMPRESE»

Elena Calabria, Direttore Cna
Elena Calabria, Direttore Cna

PISTOIA. All’indomani della nomina di Pistoia a capitale della cultura italiana 2017, la Cna si dichiara pronta a fare la propria parte e a dare il proprio contributo.

“L’investitura di Pistoia a capitale della cultura – commenta la presidente Elena Calabria – oltre ad essere motivo di grande orgoglio, rappresenta un’incredibile opportunità per tutto il territorio, ma anche una responsabilità a cui nessuno può sottrarsi.

“È il momento di farsi carico della propria parte e noi, come Cna, siamo pronti a metterci in gioco con le nostre competenze e con le nostre risorse. Quello che auspichiamo è che tutti i progetti che verranno messi in campo e realizzati siano un punto di partenza per una concreta ripresa economica dell’intero territorio”.

“Ciò di cui vogliamo render merito all’amministrazione Bertinelli – continua il direttore Stefano Vivai – è l’aver presentato un progetto che prevede una serie di investimenti che faranno cambiare volto alla città, creando valore aggiunto per tutta la comunità. Questa visione di lungo corso porterà dei benefici nell’immediato, con le occasioni di lavoro che si presenteranno per le imprese coinvolte nei lavori di ristrutturazione e valorizzazione, ma permetterà anche un’evoluzione della città, in particolar modo nei settori del turismo e della cultura”.

“Quello che ci permettiamo di chiedere all’amministrazione – aggiunge la presidente – è che gli investimenti rimangano quanto più possibile sul territorio e che le imprese locali possano, nel rispetto della legge e delle normative, beneficiare dei fondi previsti dal progetto.

“Gli investimenti sul Ceppo ad esempio sono un’importante occasione per far lavorare le nostre imprese e per riqualificare una parte della città dall’alto valore storico e architettonico. Secondo le riflessioni fatte al nostro interno, sarebbe auspicabile che l’intera zona di San Bartolomeo e San Lorenzo divenisse parte di un progetto di riqualifica e valorizzazione”.

“La Cna –afferma ancora il direttore – contribuì a suo tempo alla mappatura dei monumenti storici della città con Qr Code, in modo che le informazioni relative fossero leggibili tramite cellulare o smartphone in diverse lingue. Ciò ha rappresentato un esempio vincente di come si possa far squadra per il bene della città. Oggi la Cna torna a mettersi a disposizione dell’amministrazione con le proprie competenze e conoscenze per permettere a questo progetto, già vincente di per sé, di arrivare ancora più lontano”.

Infine un’ultima considerazione è doverosa per il settore dell’artigianato artistico. “Anche questo – conclude la presidente – rientra a pieno diritto nella cultura e nella storia del nostro territorio e per questo motivo riteniamo che si debba trovare dei modi per dar lustro e visibilità ai nostri artigiani, che rappresentano anch’essi un patrimonio fatto di tradizione, professionalità e saper fare”.

[cna pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento