carabinieri. ARRESTI IN VALDINIEVOLE

Carabinieri, arresto [repertorio]
Carabinieri, arresto [repertorio]
MONTECATINI. I militari della locale stazione sono stati particolarmente impegnati nella giornata di ieri, nel rintraccio di persone alle quali sono state notificate misure cautelari restrittive o ordini di detenzione.

  • Nel pomeriggio di ieri è stato così rintracciato ed arrestato M.A. pregiudicato marocchino 24enne, già domiciliato a Monsummano terme, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip Patrizia Martucci e sfuggito alla cattura il 17 ottobre scorso, nel corso dell’operazione conclusiva condotta dai carabinieri di Montecatini con l’esecuzione di otto misure cautelari, 5 delle quali in carcere e tre agli arresti domiciliari.
    I destinatari erano cinque cittadini tunisini, un marocchino, un dominicano e un’italiana, ritenuti responsabili di una rilevante attività di spaccio avvenuta nel corso della scorsa estate nel territorio dei comuni di Montecatini e Monsummano, con più di cinquecento cessioni di eroina, cocaina, hashish e metadone a giovani del luogo, 25 dei quali sono stati segnalati alla Prefettura di Pistoia.
    Il 24enne, che aveva un ruolo rilevante nel sodalizio, era probabilmente in patria quando è scattata l’operazione ed è rientrato in Valdinievole pochi giorni fa prima dell’arresto di ieri e il trasferimento al carcere di Pistoia.
  • È stato trasferito invece al carcere di Prato, S.B., 40enne pregiudicato marocchino domiciliato a Pieve a Nievole, nei cui confronti la Procura della Repubblica di Pistoia ha spiccato un ripristino dell’ordine di carcerazione, per una condanna a un anno e un mese di reclusione per detenzione di stupefacenti ai fino dello spaccio, oggetto di un’altra attività di indagine.
  • Nel carcere di Sollicciano invece i militari hanno notificato a A.I.S., 23enne pregiudicato albanese già domiciliato a Montecatini terme, un ordine di ripristino della carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Pistoia, che prolungherà la sua reclusione, dovuta ad altre vicende penali, di otto mesi per una condanna per furto aggravato.

[l/a – carabinieri]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento