carabinieri. ATTI PERSECUTORI NEI CONFRONTI DELL’EX CONVIVENTE

Carabinieri

BUGGIANO. Un ordinanza di custodia cautelare  per atti persecutori ed altro.

Nonostante fosse già stato denunciato in febbraio per maltrattamenti nei confronti della ex convivente, l’11 marzo scorso,  era piombato come una furia nel domicilio della convivente tentando di introdursi nell’abitazione nella quale la donna invece  non aveva alcuna intenzione di farlo accedere, intuendo il pericolo al quale si sarebbe esposta. In quel frangente l’uomo, 31enne residente a Buggiano, aveva danneggiato la porta d’ingresso dell’abitazione  e nonostante la presenza dei carabinieri  del Norm e della locale stazione,  chiamati dagli stessi familiari,  aveva minacciato di morte  sia la donna che i suoi parenti.

Era stato quindi arrestato e posto ai domiciliari, ma la misura cautelare adottata  non ne ha limitato le intemperanze. Infatti  il gip del tribunale di Pistoia,  preso atto delle varie violazioni alle prescrizioni imposte al 31enne,  in particolare di non uscire dal domicilio, ha emesso  un provvedimento cautelare  restrittivo in carcere. I militari del Norm di Montecatini lo hanno eseguito nel pomeriggio di ieri e l’uomo è stato trasferito  al carcere di Pistoia.

MONSUMMANO.  Un ordine di carcerazione.

Dovrà scontare sette mesi  di reclusione per violenza e minaccia a pubblico ufficiale,  M.M. pregiudicato  53enne di origini albanesi residente a Monsummano, che i militari della locale stazione hanno rintracciato e condotto al Santa Caterina a Pistoia nel pomeriggio di ieri. L’uomo, nel settembre del 2014  nel corso di uno sfratto per morosità aveva  aggredito gli agenti della polizia municipale con calci e pugni minacciandoli anche con un pugnale.

PISTOIA. Una misura cautelare in carcere.

I militari del Norm di Pistoia nel pomeriggio di ieri, nel corso di un servizio preventivo sul territorio del capoluogo, hanno rintracciato un pregiudicato di origini marocchine, R.O., 28enne, senza fissa dimora già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Pistoia con l’obbligo di firma,  perché indagato per spaccio di stupefacenti. Nei confronti del  28enne,   il gip del tribunale di Pistoia  ha emesso un’ ordinanza di custodia cautelare in carcere per le continue violazioni alle prescrizioni precedentemente impostegli. E’ stato trasferito  al Santa Caterina.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento