carabinieri. DUE ARRESTI PER FURTO IN ABITAZIONE E UN FURTO CON DESTREZZA

Carabinieri

LAMPORECCHIO. I militari della locale stazione nella tarda mattinata odierna sono intervenuti presso un’abitazione di via Badalino su richiesta del proprietario 76enne. L’anziano nel tornare a casa aveva notato che dal garage trovato aperto, mancava una minimoto che qualche tempo addietro aveva regalato al nipote.

Guardandosi istintivamente attorno, prima di andare a denunciare il fatto, ha scorto in lontananza in un campo adiacente all’abitato, una piccola moto che sembrava del tutto simile alla sua con accanto la sagoma di due persone sdraiate al suolo.

I militari, avvisati dall’anziano e subito intervenuti, hanno constatato che la piccola moto era quella asportata e i due soggetti autori del furto stavano dormendo, probabilmente perché ubriacatisi dopo il furto, avvolti in due coperte rubate anch’esse dal garage dell’anziano.

Si tratta di un cittadino italiano 25enne, V.F., residente in provincia di Asti, e A.R., cittadino rumeno senza fissa dimora 28enne, entrambi con vari precedenti di polizia a carico.

Al 25enne i militari, hanno inoltre contestato il possesso di una catena considerata oggetto atto ad offendere e una piccola quantità di hashish per uso personale per il quale sarà segnalato alla Prefettura del luogo di residenza.

I due sono stati accompagnati a Pistoia per la direttissima nel corso della quale l’arresto per furto in abitazione è stato convalidato ed entrambi sono stati trasferiti per il momento al carcere di Prato. La refurtiva è stata subito riconsegnata all’anziano.

CHIESINA UZZANESE. Furto con destrezza.

Un 74enne del luogo ha denunciato nella mattinata odierna ai carabinieri di Ponte Buggianese, vincendo il comprensibile imbarazzo, di avere subito un furto con destrezza, la mattina del 14 u.s., dalle modalità alquanto singolari.

L’anziano ha raccontato che mentre percorreva a piedi via Garibaldi, sarebbe stato avvicinato da una procace ragazza mai vista prima, che lo avrebbe invitato a palpeggiarla e approfittando del suo sconcerto, gli avrebbe sfilato l’orologio del valore di cinquemila euro. I militari stanno verificando la eventuale presenza di impianti di videosorveglianza della zona che potrebbero avere ripreso la spregiudicata autrice del furto.

[l/a – carabinieri]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento