carabinieri. MAROCCHINO AGGREDISCE E FERISCE UN MINORE, ARRESTATO

Tagadà [repertorio]
Tagadà [repertorio]
AGLIANA. Sottoposto a fermo giovane autore di una grave aggressione avvenuta nel Luna Park di Agliana, ai danni di un minore.

L’episodio che ha anticipato l’aggressione è avvenuto attorno alle 23:30 di ieri, presso le giostre collocate nell’area vicina al centro commerciale di Agliana.

Dai primi accertamenti il fatto sarebbe verosimilmente scaturito da un banale diverbio per qualche reciproco spintone di troppo scambiato sull’attrazione del “Tagadà”, dove in genere i ragazzi si sfidano in gare di equilibrio.

Al termine di un giro della giostra, A.B., 23enne di origini marocchine con piccoli precedenti di polizia a suo carico, domiciliato a Prato ma di fatto senza fissa dimora, ha affrontato un 17enne di Agliana, ma i contendenti sarebbero stati subito divisi dagli altri ragazzi presenti e la questione pareva chiusa, anche se l’aggressore avrebbe proferito la minaccia “ti ammazzo” alla quale nessuno dei presenti ha dato peso perché considerata frutto della rabbia e della concitazione del momento.

Il 23enne invece, dopo essersi allontanato e reperita una bottiglia di birra in un secchione dei rifiuti, la rompeva e, brandendo il collo della stessa come un coltello, tornava dopo pochi minuti sul luogo del diverbio e aggrediva il minore alle spalle colpendolo al collo, ad un braccio e all’addome, prima di dileguarsi a piedi facendo perdere le sue tracce.

Il ferito, considerato per le sue condizioni in pericolo di vita, è stato subito soccorso e trasferito al San Jacopo dove è stato sottoposto a una operazione chirurgica perché la ferita inferta al collo ha interessato una zona particolarmente delicata nella quale vi sono tendini e muscoli e arterie che sarebbero stati lesionati.

La prognosi che i sanitari hanno emesso è di 40 giorni e il giovane, dopo l’intervento è stato dichiarato fuori pericolo e trattenuto in osservazione.

Le ricerche dell’aggressore, effettuate dai militari del Norm e della Stazione di Pistoia, intervenuti sul posto, hanno consentito prima di parlare telefonicamente con il fuggitivo, che è stato convinto dai militari a desistere dal suo atteggiamento, e poi di rintracciarlo poco dopo l’una e mezzo di questa notte nella zona di Galciana a Prato, ove è stato raggiunto dagli stessi i militari ai quali si è consegnato senza opporre resistenza.

Il giovane è stato sottoposto al fermo della polizia giudiziaria con l’accusa di tentato omicidio e trasferito nel carcere di Prato a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che lo interrogherà nei prossimi giorni.

alcol test etilometro
Alcol test con l’etilometro

SAMBUCA. I militari del Norm di San Marcello Pistoiese e della stazione di Sambuca hanno proceduto, nel fine settimana scorso, a una serie di attività di controllo, anche della circolazione stradale, nella zona di “Pianezzi”, denunciando per guida in stato di ebbrezza due automobilisti, uno dei quali, un 25enne della provincia di Firenze, era alla guida di un’auto non di sua proprietà, sebbene la patente gli fosse già stata revocata, e una 23enne della provincia di Bologna.

Nel corso delle attività, è stato denunciato anche un 24enne di origini albanesi per violazioni sulla normativa del permesso di soggiorno e ubriachezza, mentre cinque giovani fra i 30 e i 23 anni di varie provenienze sono stati segnalati alle prefetture di residenza di Pistoia, Bologna, Ravenna, Pisa e Firenze perché assuntori di stupefacenti.

A due di loro è stata ritirata la patente di guida.

[l/a – carabinieri]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento