carabinieri. MONTALE, ESPULSIONE PER DUE CLANDESTINI

Carabinieri

MONTALE. Espulsione di clandestini.

I militari della locale stazione, al termine di una serie di accertamenti conseguenti ad una ispezione effettuata martedì scorso su delega della procura della Repubblica di Pistoia, hanno denunciato due cittadini nigeriani per inosservanza dell’ordine del questore di lasciare il territorio nazionale.

I militari insieme agli agenti della Polizia municipale associata di Montale ed Agliana, avevano proceduto al controllo di un’abitazione di via Guido Rossa nella quale vivevano sei cittadini nigeriani. Due di essi, un 22enne ed un 44enne, entrambi con precedenti di polizia a carico, sono risultati clandestini e inosservanti del provvedimento di espulsione del Questore di Pistoia. Infatti il più giovane avrebbe dovuto lasciare il territorio nazionale lo scorso settembre mentre il 44ennne addirittura a giugno. Entrambi sono stati accompagnati al C.I.E. di Torino per la definitiva espulsione. Il proprietario dell’appartamento, un imprenditore edile 71enne di Montemurlo è stato denunciato per favoreggiamento alla permanenza sul territorio nazionale di clandestini e per avere affittato l’immobile senza un regolare contratto.

PISTOIA. Ritrovamento di una gatta smarrita.

Succede talvolta che, al di fuori delle consuete attività di polizia giudiziaria o di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, si possa ridare il sorriso al proprietario di un animale smarrito a cui teneva molto. E’ quanto è accaduto ad una signora pistoiese residente in via Santa Maria Maggiore, che alla fine di ottobre si era rivolta alla stazione carabinieri di Pistoia di viale Italia perché aveva smarrito una gattina di pochi mesi, appena sterilizzata. L’animale, che era ancora priva di collarino o altri segni di riconoscimento, era accidentalmente sfuggita al controllo della padrona e, finita in strada, era sparita ormai da quasi un mese. La proprietaria aveva “attivato” le ricerche anche sui social, ma disperando ormai di ritrovarla si è rivolta ai carabinieri. Sicuramente con una buona dose di fortuna, ma anche fidando sulla conoscenza del territorio e sui molteplici contatti instaurati nel corso delle normali e quotidiane attività istituzionali, il comandante e gli altri militari della stazione, sono riusciti a capire cosa era successo. La gattina era stata ritrovata casualmente da una coppia di persone abitanti fra l’altro in un’altra zona di Pistoia e poiché era priva come detto di

segni che potessero ricondurla ad un proprietario, l’avevano adottata anche perché il bambino di questa coppia l’aveva desiderata fortemente. Una volta rintracciati dai militari, non hanno avuto alcuna difficoltà a restituire la gattina alla proprietaria, anche se il bambino era ovviamente molto dispiaciuto. Ma la padrona della gatta, da grande amante degli animali qual’è, ha trovato la soluzione anche per questo, prendendo un’altra gattina da un “gattile” della città e regalandola al bambino, con soddisfazione di tutti.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “carabinieri. MONTALE, ESPULSIONE PER DUE CLANDESTINI

Lascia un commento