carabinieri. OVERDOSE E ARRESTI

PISTOIA. Overdose ed arresto per evasione.

I militari del Norm sono intervenuti nel pomeriggio di ieri insieme a sanitari del 118 in viale Adua dove era stata segnalata, all’interno di un’abitazione, la presenza di una giovane colta da malore per una probabile overdose di stupefacenti.

I militari hanno identificato la persona, S.P., 30enne nominalmente residente a Empoli, scoprendo subito che non avrebbe dovuto trovarsi a Pistoia, bensì in una comunità di recupero del faentino, ove era sottoposta agli arresti domiciliari, comminatigli dal Gip di Pistoia per lesioni personali aggravate e dalla quale si era allontanata il primo giugno.

L’abitazione di viale Adua infatti è quella che la donna condivideva con l’ex compagno che, nell’agosto dello scorso anno, al culmine di un litigio era stato gravemente ferito proprio dalla donna che lo aveva colpito più volte con un coltello e che era stata arrestata.

Ieri i soccorsi sono stati richiesti dall’ex compagno e la giovane è stata ricoverata presso il San Jacopo e piantonata in stato d’arresto per evasione, in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria.

Sono in corso anche gli accertamenti per le modalità di approvvigionamento dello stupefacente utilizzato nella circostanza.

LARCIANO. Dovrà scontare un anno e sei mesi di detenzione domiciliare comminatagli dalla corte d’appello di Firenze, per ora in una comunità terapeutica di Larciano, L.B., 44enne pistoiese, condannato per tentata rapina ai danni di una profumeria della catena “Limoni”, avvenuta a Prato nel marzo dello scorso anno.

Il provvedimento è stato notificato dai militari della locale stazione.

[l/a – carabinieri]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento