carabinieri. PESCIA, MAROCCHINO ARRESTATO PER ESTORSIONE

L’uomo era stato denunciato dagli stessi militari del comando di Pescia il 30 dicembre scorso, quando aveva tentato di disfarsi di tre dosi di cocaina gettandole dal finestrino dell’auto guidata da un conoscente
Carabinieri-arresto

PESCIA. Un arresto per estorsione.

I militari della locale stazione carabinieri hanno arrestato nella tarda serata di ieri, 17 gennaio, D.N., 37enne pregiudicato di nazionalità marocchina domiciliato ad Altopascio, dopo una lunga sequela di denunce ed arresti accumulati soprattutto nelle province di Lucca e Pisa, molti dei quali per vicende connesse al mondo dello spaccio.

L’arrestato era stato denunciato dagli stessi militari del comando di Pescia il 30 dicembre scorso, quando aveva tentato di disfarsi di tre dosi di cocaina gettandole dal finestrino dell’auto guidata da un conoscente, presso il casello autostradale di Chiesina Uzzanese. Ieri, il 37enne è stato bloccato dai militari nell’ambito di un servizio di appostamento predisposto a seguito della denuncia sporta da un operaio 44enne del luogo. Quest’ultimo era stato ripetutamente minacciato dal pregiudicato di gravi conseguenze per la sua incolumità, se non avesse immediatamente saldato un debito contratto per la cessione di stupefacente.

La vittima ha denunciato però il tentativo di estorsione ai militari del comando di Pescia che hanno bloccato il pregiudicato dopo la consegna del denaro, circa 200 euro, avvenuta nelle immediate adiacenze della stazione ferroviaria. Il denaro è stato recuperato e restituito alla vittima. Dopo la formalizzazione dell’arresto presso il comando di via Cairoli, il pregiudicato è stato trasferito nel ca

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento