carmignano. ALESSIO RUSSO SI DIMETTE DA CONSIGLIERE E ABBANDONA IL M5S

Alessio Russo

CARMIGNANO. Dopo le dimissioni di Maurizio Nunziati e l’avvicendamento tra Andrea Bassini e Cristina Mazzuoli a capogruppo il Movimento 5 Stelle, registra anche l’uscita dal gruppo consiliare del ventisettenne Alessio Russo.

“Mi sono ufficialmente dimesso ieri mattina – scrive Russo – non solo annunciandolo su facebook ma presentando la mia lettera di dimissioni in segreteria comunale, lettera che è già stata protocollata. Solo per completezza aggiungo che oltre a dimettermi dal consiglio comunale sono anche uscito dal Movimento Cinque Stelle. Mi sono dimesso proprio perché non mi riconosco più nella linea politica del movimento”.

Ecco il messaggio pubblicato ieri su facebook:

Annuncio la mia uscita dal Movimento 5 stelle e le mie dimissioni dal Consiglio comunale di Carmignano. Negli ultimi mesi sono stato spesso in disaccordo con diverse scelte di linea politica del Movimento sia per quel che riguarda questioni nazionali sia soprattutto per quel che riguarda questioni locali qui a Carmignano.

Non mi riconosco più in questa forza politica per vari motivi (troppo lunghi e complessi per scriverli in un semplice post su facebook). Ho deciso quindi di dimettermi dal ruolo di Consigliere comunale per una questione di serietà e coerenza.

Un anno fa sono stato il più votato della nostra lista, molti cittadini carmignanesi hanno votato per me, e posso dire che è anche merito mio se il M5S Carmignano è arrivato secondo alle elezioni (ci furono solo 70 voti di differenza tra il M5S e la lista di centrodestra arrivata terza) riuscendo così ad eleggere 3 consiglieri invece di 2.

Tuttavia per rispetto verso quei cittadini carmignanesi che hanno votato M5S credo sia giusto fare un passo indietro invece di rimanere in Consiglio come indipendente.

Nella mia vita ho sempre fatto politica solo e unicamente per passione e per un ideale, e così continuerò a fare in futuro. Si può fare politica anche fuori dalle Istituzioni e senza ruoli istituzionali, come d’altronde ho fatto fino a giugno 2016 e come tornerò a fare da oggi

Dopo Nunziati (un avvicendamento naturale) questa di Russo è la seconda fuoriuscita in meno di un anno ma la dimissione fa ancora più rumore in quanto lo stesso Russo ha annunciato anche una presa di distanza netta dal movimento.

Tra i primi a chiedere delucidazioni sulle annunciate dimissioni il consigliere comunale del centrodestra Mauro Scarpitta che su facebook a tal proposito scrive un post volutamente provocatorio: “Non ho visto alcuna notizia sui giornali, né cartacei né on line, né alcun comunicato da quello che appare sempre più un movimento parareligioso sincretico tipico dei tempi di decadenza”.

E aggiunge: “Della veridicità dell’annuncio non dubitavo. Ma mi stupisce il silenzio sulla notizia e sul suo significato politico più ampio. Ci tornerò comunque sopra con un ragionamento a parte che va oltre la decisione assunta da Alessio Russo”.

[Andrea Balli]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento