carmignano. PISCINA DI COMEANA, SOPRALLUOGO M5S

Cantiere ancora aperto. Manca ancora l'agibilità e il contratto di gestione. Nel frattempo però il gestore ha già incassato diverse quote di partecipazione ai corsi di nuoto
Il capogruppo M5s Andrea Bassini
Il capogruppo M5s Andrea Bassini

CARMIGNANO. Stamani come da nota pubblicata ieri ci siamo recati a visitare la piscina comunale di Comeana per verificare le ragioni delle continue mancate aperture.

Ringraziamo l’amministrazione ed i tecnici presenti per la disponibilità ad accoglierci. È mancata solo la presenza del rappresentante della società che gestirà l’impianto e di questo ci rammarichiamo.

Non c’è stato consentito di fare foto o video in assenza del gestore e per un discorso di sicurezza così c’è stato detto. Francamente non ne comprendiamo bene la ragione se non per motivi di “cantiere aperto”.

Abbiamo verificato che stanno mettendo a punto l’arredo comprensivo degli spogliatoi e della sala pronto soccorso che attualmente è ancora vuota, ci hanno inoltre assicurato che ci sarà un defibrillatore.

I vari tecnici presenti ci hanno assicurato che tutto l’impianto è a norma, che la Usl di competenza informalmente ha già fatto un sopralluogo e che il gestore è in attesa del rilascio delle varie certificazioni di conformità per l’attività natatoria. Quindi ad oggi non c’è ancora il nulla osta dell’Usl competente.

Manca ancora una linea telefonica e personalmente abbiamo verificato che all’interno della struttura alcuni gestori di telefonia mobile non sono utilizzabili. Impianto di depurazione dell’acqua verificato secondo il responsabile dei lavori.

piscinacomeana
Comeana, la piscina

Il problema più grosso è che ancora non c’è il certificato di agibilità come confermato da responsabile dell’ufficio Lavori Pubblici. Le varie pratiche sono ancora in definizione per arrivare alle certificazioni finali.

Tra l’altro questa pratica di agibilità risulterebbe essere iniziata dopo la gara d’appalto. Aspettiamo di ricevere i documenti ufficiali. Altra cosa che manca è il contratto di gestione e questo ci risulta davvero incomprensibile: se saltasse tutto per una ragione qualsiasi, chi rende il denaro versato come caparra agli utenti?

Detto tutto ciò ci risulta incomprensibile il volantino che annunciava l’apertura per il primo ottobre. E ad oggi la piscina non può essere aperta mancando le certificazioni di legge. Ci sembra molto grave che il gestore, oggi purtroppo assente, abbia già incassato molte quote di partecipazione ai corsi senza poter garantire effettivamente l’inizio dei corsi.

Ci sembra altresì un pò preoccupante la mancanza dell’agibilità, e verificheremo a che punto siamo appena riceveremo i documenti ufficiali: speriamo che il gestore non si rivalga sul comune e sulle sue casse, quindi i nostri soldi, nel caso di inconvenienti che potrebbero far ritardare l’apertura ufficiale della piscina stessa.

In conclusione riteniamo che questa amministrazione a scopo meramente elettorale abbia annunciato troppo presto e a sproposito l’apertura di una piscina come cosa fatta perchè così non è.

Ci auguriamo per la comunità che l’apertura avvenga il prima possibile, ma aspettiamo date ufficiali e non più date annunciate.

Nel frattempo vigileremo che tutto sia a norma nell’impianto comunale.

Andrea Bassini
Maurizio Nunziati

[m5s carmignano]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento