carrara. COME BERLUSCONI NEL ’94, LE ENERGIE NECESSARIE SONO GLI IMPRENDITORI

E mentre Berlusconi mantiene la leadership all’interno del partito, l’80% dei candidati è composto da volti nuovi, come appunto Maurizio Carrara. Il successore politico del Cav è difficile da scovare “perché è effettivamente complicato individuare chi possa sostituire un fenomeno”
Maurizio Carrara e La Pietra

PISTOIA. Un popolo ha bisogno di un’aristocrazia che sappia governare con un progetto ben definito e una base culturale solida (la differenza dall’amministratore di condominio) e di una parte civile che decide di mettere la propria esperienza a disposizione dei sopracitati.

Il politico politicante, ammesso che sia bravo e teoricamente liberista, saprà solo per sentito dire che un’azienda ha bisogno di tasse più basse di una burocrazia che non sia infernale. Maurizio Carrara, conosciuto imprenditore pistoiese, ha risposto positivamente all’appello di Silvio Berlusconi quando, circa un anno e mezzo fa, il Cavaliere cercava energie fresche provenienti dal suo stesso mondo, quello dell’imprenditoria.

È un tratto comune che che unisce i due personaggi, e Carrara, pur evidenziando le capacità imprenditoriali uniche di Berlusconi, lo ammette. “Questa somiglianza, ovvero il mondo da cui proveniamo, ci dà la possibilità di individuare le esigenze vere e i punti fondamentali da cui ripartire. Sappiamo quali interventi sono necessari e non per sentito dire”.

È evidente però che, tra il tracollo del Partito democratico e il raggiungimento del primato da parte della Lega nella coalizione, lo scenario sia molto cambiato dal lontano ’94. “Forza Italia ha però ottenuto grande successo negli ultimi tempi, nonostante partisse da dei sondaggi poco incoraggianti”. Insomma, le vecchie ricette liberali fanno ancora braccia nei cuori di molti.

E mentre Berlusconi mantiene la leadership all’interno del partito, l’80% dei candidati è composto da volti nuovi, come appunto Maurizio Carrara. Il successore politico del Cav è difficile da scovare “perché è effettivamente complicato individuare chi possa sostituire un fenomeno”.

“Il Partito democratico ha scontato le risposte sbagliate date al Paese, e ne è esempio la sottovalutazione del problema sicurezza e immigrazione. Si rendono necessarie norme più restrittive sull’accoglienza di chi vuol arrivare in Italia, premiando coloro che, pur con mille difficoltà, si sono integrati trovando un lavoro serio e collaborando quindi alla creazione della ricchezza di un territorio”.

Poniamo a Maurizio Carrara la domanda da un milione di dollari: come si formerà la nuova maggioranza in Parlamento se nessun partito o coalizione ha raggiunto il fatidico 40%? “La leadership all’interno della coalizione di centrodestra appartiene a Salvini, e l’unico modo per poter formare la maggioranza è che qualcuno si stacchi dal partito con cui è stato eletto”.

Poco edificante, ma questa legge elettorale non lascia scampo. Turiamoci il naso, come disse Indro Montanelli, e ingoiamo questo rospo. La sinistra ha fallito e queste elezioni lo dimostrano. Adesso tocca alla destra liberale.

Ah già, c’è Di Maio. Interessante che il reddito di cittadinanza sia stato molto apprezzato al sud, dove la

Silvio Berlusconi

velocità del progresso e del benessere è assai ridotta rispetto a quella del nord. “Dobbiamo agganciare il Sud Italia col resto del paese perché non è possibile che ci sia questo divario. In ogni caso, l’assistenzialismo proposto dal Movimento 5 stelle non ci appartiene affatto”.

“Come dice la storiella del pescatore, ad un affamato è meglio dare un pesce o una canna da pesca? Il pesce gli riempirà la pancia sul momento, ma la canna da pesca gli darà la possibilità di mantenersi nel tempo che verrà”.

Maurizio Carrara tiene a ringraziare Stefano Mugnai e Alberto Lapenna, che hanno creduto in lui e “mi hanno supportato e sopportato”.

Noi, dal canto nostro, possiamo fargli un sincero in bocca al lupo, augurandogli di poter contribuire a portare una ventata d’aria fresca nelle stanze dei bottoni.

[Lorenzo Zuppini]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento