“CARTA SIA”, UN AIUTO ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ ECONOMICA

Palazzo Comunale di Pistoia
Palazzo Comunale di Pistoia

PISTOIA. Da venerdì 2 settembre potranno essere presentate al Comune di Pistoia le domande per richiedere il Sostegno all’Inclusione Attiva (la cosiddetta Carta Sia). Si tratta di un sussidio istituito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali a favore di famiglie in condizioni disagiate, nelle quali siano presenti figli minorenni o disabili oppure una donna in stato di gravidanza accertata.

Potranno richiedere il sostegno all’inclusione attiva i componenti di famiglie con Isee fino a 3 mila euro. Occorrerà, inoltre, un punteggio di almeno 45 sulla scala di valutazione del bisogno, che terrà conto sia dei carichi familiari, che della situazione economica e lavorativa. Sarà necessario, inoltre, aderire al progetto predisposto dai servizi sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari, le scuole e i soggetti privati attivi nell’ambito degli interventi di contrasto alla povertà.

Il progetto coinvolgerà tutti i componenti della famiglia, con specifici impegni per adulti e bambini, individuati sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni. Le attività potranno riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di lavoro, l’adesione a percorsi di formazione, frequenza e impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute.

La Società della Salute pistoiese è il soggetto titolare di questo nuovo procedimento e, oltre ai Comuni che ricevono le richieste e procedono ad alcune verifiche, è coinvolta anche l’Inps che accerterà le dichiarazioni dei cittadini e procederà all’attribuzione del punteggio stabilendo, o meno, la concessione del beneficio.

La persona che richiede il Sia al proprio Comune di residenza dovrà essere residente in Italia da almeno due anni; essere cittadino italiano o comunitario, o essere familiare di un cittadino italiano o comunitario in possesso del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o cittadino straniero con permesso di soggiorno Ce per soggiornanti di lungo periodo, o titolare di protezione internazionale, come ad esempio l’asilo politico.

Il Sia sarà erogato alle famiglie in possesso di specifici requisiti, ossia la presenza di almeno un componente minorenne o di un figlio disabile oppure una donna in stato di gravidanza; un Isee inferiore a 3 mila euro; la valutazione del bisogno di almeno 45 punti su una scala che tiene conto dei carichi familiari, della situazione economica e della situazione lavorativa; nessun componente del nucleo familiare deve essere già beneficiario dell’indennità di disoccupazione (Naspi) o dell’assegno di disoccupazione (Asdi), o di altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati o della carta acquisti sperimentale; nessun componente del nucleo familiare deve ricevere già trattamenti superiori a 600 euro mensili; nessun componente del nucleo familiare deve aver acquistato un’automobile nuova (immatricolata negli ultimi 12 mesi) o possedere un’automobile di cilindrata superiore a 1.300 cc o un motoveicolo di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati negli ultimi 36 mesi.

Il sostegno economico verrà erogato attraverso l’attribuzione di una carta di pagamento elettronica, precaricata con un importo a partire da 80 euro, fino a un massimo di 400 euro, mensile, utilizzabile per l’acquisto di beni di prima necessità. Dall’ammontare del beneficio saranno sottratte eventuali somme erogate ai titolari di altre misure di sostegno al reddito (Carta acquisti ordinaria, incremento del bonus bebé).

I moduli di domanda potranno essere scaricati dalla home-page del sito Internet del Comune (www.comune.pistoia.it) o ritirati negli uffici di PistoiaInforma, in piazza del Duomo 13, aperti dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13. I modelli dovranno essere riconsegnati all’ufficio protocollo in via Filippo Pacini 24, aperto dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13.

Il Sostegno per l’inclusione attiva è una misura di contrasto alla povertà istituita dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il ministero dell’Economia e delle Finanze, con l’obiettivo di aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

Per informazioni si possono chiamare PistoiaInforma al numero verde 800 012 146 oppure i servizi sociali allo 0573 371400. È possibile, inoltre, consultare i siti www.lavoro.gov.it e www.inps.it.

[balloni – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento