CASAPOUND: «RISULTATO REFERENDUM È NO ALLE POLITICHE IMMIGRAZIONISTE»

Referendum
Referendum

PISTOIA. Festeggia anche CasaPound per il risultato del referendum costituzionale.

Il movimento infatti nei mesi scorsi si era speso molto nella propaganda per il No, tanto da essere tirato in ballo varie volte sia da Renzi che dal ministro Boschi come esempio di chi era contrario alla riforma.

A livello locale il portavoce provinciale Lorenzo Berti analizza così il risultato:

“Il Sì è prevalso di pochissimo, arretrando clamorosamente se si pensa che alle Europee 2014 il Pd da solo stava al 56%. Il dato quindi è sicuramente positivo in ottica delle imminenti elezioni amministrative. Quello che serve adesso però non è certo la riproposizione del vecchio carrozzone moderato di centrodestra, con le solite facce anche livello locale, che otterrebbe come unico risultato quello di spianare la strada ai 5Stelle, ma c’è bisogno di una forza politica radicale come CasaPound che interpreti concretamente la voglia di cambiamento espressa dai cittadini”.

“Il No inoltre – continua Berti – rappresenta anche una chiara bocciatura delle folli politiche immigrazioniste portate avanti dal Prefetto di Pistoia per conto del governo Renzi. Non può essere un caso che in tutte le zone dove sono presenti centri di accoglienza immigrati abbia nettamente prevalso il No, in controtendenza con i dati comunali e provinciali: Sammommè 52%, Le Piastre 53%, Marliana addirittura 56%, il risultato più alto di tutta la provincia. Alla faccia della tanto sbandierata integrazione propagandata dalle cooperative che gestiscono il business dell’accoglienza”.

[casapound pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento