CASAPOUND CONTRO LA CESSIONE DI ANSALDOBREDA

casa poundPISTOIA. Anche la sezione pistoiese di CasaPound prende posizione sul passaggio di Ansaldo Breda nelle mani della multinazionale giapponese Hitachi.

“Siamo sempre stati fermamente contrari alla cessione di Ansaldo Breda nelle mani di privati stranieri – spiega il portavoce locale Lorenzo Berti – riteniamo miope e sbagliata la decisione di rinunciare alla gestione nazionale di un settore strategico come quello ferroviario, nel quale abbiamo un know-how di avanguardia a livello mondiale”.

Alla vigilia della visita del leader nazionale Fiom Landini presso lo stabilimento di via Ciliegiole, CasaPound attacca anche i sindacati “che hanno scelto un silenzio ipocrita ed ambiguo su una questione così importante. Noi siamo stati l’unico movimento politico a prendere fin da subito una posizione netta contro la vendita già nel 2013 fa con un volantinaggio davanti ai cancelli dell’azienda”.

“Purtroppo come sempre le scelte sciagurate della politica saranno scontate dai lavoratori. Le rassicurazioni di questi giorni da parte di Hitachi sul mantenimento dei posti di lavoro infatti non rappresentano che banali frasi di circostanza” – conclude la nota di CasaPound.

[casapound pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento