castagne e non solo. LA FARINA CHE VALE UN TESORO

Montieri (Gr)
Montieri

MONTIERI-GROSSETO. [m.f.] Siamo nella Maremma Toscana, a Montieri piccolo Comune di quattro borgate di neanche 500 abitanti ciascuno: Boccheggiano, Gerfalco, Travale e lo stesso Montieri.

Non siamo al mare ma neanche in montagna e i piccoli paesi sono adagiati sulle dolci colline metallifere toscane tra un’altitudine compresa tra i 500 e gli 800 metri s.l.m.

Proprio i minerali ferrosi hanno permesso alla comunità dei monti del rame, questa l’etimologia del nome di Montieri, di svilupparsi economicamente e molte sono le miniere e i pozzi estrattivi presenti sul territorio. L’attività mineraria, tuttavia, già ridottasi gradualmente nel tempo, terminò definitivamente nel 1994, quando anche l’ultima miniera gestita dall’Eni a Boccheggiano venne chiusa.

Con il boom economico della metà del secolo scorso per le terre di confine e fuori dai consueti circuiti turistici, arrivò anche l’inesorabile spopolamento e il comune, tra gli anni 50 e 70, dimezzò la popolazione, passando dai 5mila a 2mila 500 abitanti.

La strada per un nuovo sviluppo passa inderogabilmente dalle risorse del territorio e dalla capacità di valorizzarle. Da qui l’istituzione del Parco tecnologico e archeologico delle Colline Metallifere grossetane, il fiorire di agriturismi e strutture ricettive varie e di associazioni che tentano di non disperdere l’enorme bagaglio culturale di cui ogni zona della Toscana è ricca.

Guardare al proprio territorio, riscoprirlo nelle sue particolarità, spesso uniche, preservalo e custodirlo gelosamente, cercando però di uscire dal guscio per dare un respiro anche Nazionale alle manifestazioni organizzate.

Con questo spirito, l’Associazione Valorizzazione Castagna Alta Maremma, per domenica 24 gennaio 2016, organizza a Boccheggiano, il primo Premio nazionale farina di castagna.

Una manifestazione che assurge a vetrina nazionale per un prodotto tipico di molte zone della Toscana, compreso l’Appennino Pistoiese, dove l’albero del pane è stato per lungo tempo alla base dell’alimentazione quotidiana. Un’opportunità per far conoscere la produzione a cui non mancare.

[Marco Ferrari]

Farina di castagne
Farina di castagne

 

LA FARINA

CHE VALE UN TESORO

Il Premio della farina di castagne

dal 2016 diventa concorso Nazionale

 

Nata nei primi anni del nuovo millennio per la tutela e il recupero dei castagneti da frutto, l’Associazione Valorizzazione Castagna Alta Maremma si è in seguito efficacemente organizzata per contrastare il flagello del cinipide che stava distruggendo i raccolti. Si è subito imposta come un baluardo indispensabile per difendere e valorizzare un patrimonio unico e irrinunciabile, un frutto che racconta la storia di un territorio, la sua economia, i suoi valori e i suoi abitanti: la castagna.

Attorno al vasto lavoro di base l’associazione ha nel tempo creato tutta una serie di manifestazioni collaterali con lo scopo di rendere vivo, attuale e visibile il panorama di eccellenze che ruotano attorno alla castagna e ai suoi derivati.

A partire dal 2007, a Boccheggiano, frazione del comune di Montieri, è nato il Premio della farina di castagne con l’obiettivo di valorizzare questo tradizionale prodotto del territorio, incentivare la filiera castanicola e creare una vasta rete commerciale per la castagna e i suoi prodotti.

Grazie al successo della manifestazione (che nasce a livello regionale), ogni anno si sono aggiunti nuovi partecipanti provenienti da territori a vocazione castanicola e la sua ricaduta in termini di visibilità ha ora suggerito di estendere il premio a tutto il territorio nazionale promuovendo così il Primo Concorso “Premio Nazionale farina di castagne”.

L’impegno che attende l’associazione non è da poco ma grazie alla collaborazione dei Comuni maremmani di riferimento (in ordine alfabetico: Associazione Valorizzazione Castagna Alta Maremma) oltre che al prezioso supporto tecnico di Slow Food, (Condotta di Massa Marittima) sarà possibile creare per la prima volta attorno a una produzione tipica che ha segnato per secoli la vita di intere popolazioni rurali del territorio italiano, un’occasione per condividere valori, risorse e prospettive nel segno del lavoro, della qualità, del confronto e della trasparenza.

Il bando di concorso, date, luoghi e altre informazioni sono scaricabili presso il sito dell’A.V.C.A.M: www.castagnaaltamaremma.it – Tel. 339 8185078.

[comunicato avcam]

Vedi:

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento