CECCARELLI: “GRANDE SODDISFAZIONE PER IL TRENO ROCK COSTRUITO IN TOSCANA”

Per l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli con Rock "il servizio ferroviario rivolto ai viaggiatori toscani, migliorerà sensibilmente"
Il treno Rock

PISTOIA . “Quella di oggi (ieri per chi legge, ndr) è una giornata da salutare con grande soddisfazione e anche con orgoglio. È una grande soddisfazione assistere alla nascita di un nuovo treno ed è motivo di orgoglio che questo sia stato realizzato a Pistoia, all’interno del più grande distretto ferroviario d’Italia”.

È con queste parole che l’assessore regionale ai trasporti, Vincenzo Ceccarelli, ha salutato, all’interno dello stabilimento Hitachi Rail Italy di Pistoia, la presentazione del primo convoglio di Rock, il modernissimo treno ad alta frequentazione destinato ai pendolari, il cui prototipo si appresta a viaggiare per raggiungere il circuito di prova di Velim, in Boemia, dove lo attendono i test di omologazione e messa in esercizio, prima della consegna al committente Trenitalia.

“Siamo certi – ha aggiunto l’assessore – che con Rock il servizio ferroviario rivolto ai viaggiatori toscani, migliorerà sensibilmente. I primi 4 Rock entreranno in servizio a fine 2019. Poi a questi se ne aggiungeranno un’altra ventina. È un tassello fondamentale del nostro programma di rinnovo del 100% della flotta viaggiante.

Anche l’assessore regionale Ceccarelli alla presentazione di “Rock”

Adesso siamo al 60% di nuovi treni circolanti. E grazie ad un investimento di 750 milioni di euro, tra alcuni anni il materiale rotabile utilizzato in Toscana sarà completamente nuovo”.

Il nuovo Rock è un treno a due piani composto da 5 carrozze, capace di trasportare 600 passeggeri seduti e di raggiungere i 160 km/h. Ha consumi per passeggero del 30% inferiori a quelli ottenuti finora e con i suoi 5 grammi di CO2 equivalenti si appresta ad essere il mezzo di trasporto a minor impatto ambientale d’Italia.

È dotato di sedute più comode, le postazioni per le bici sono raggiungibili direttamente dal vestibolo, i bagni accessibili ai portatori di handicap sono dotati anche di un’area con “poggiabimbo” dedicata ai neonati e di una rete wifi di bordo.

Le postazioni per le sedie a rotelle sono collocate nelle vicinanze delle porte di accesso, così da ridurre la necessità di spostamenti all’interno. In tema di sicurezza è dotato di un sistema di videocamere a circuito chiuso e fornisce informazioni ai passeggeri attraverso monitor più ampi.

[carradori –toscana notizie]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento