centro profughi lizzano. NULLA DI FATTO IN CONSIGLIO

Marco Poli Lega Montagna Pistoiese: “Differentemente da quanto promesso non c’è stato alcun punto da parte della maggioranza sul tema e il sentore è che il sindaco si stia rimangiando la parola data o che comunque stia di nuovo allungando il brodo”
L’on. Guglielmo Picchi e Marco Poli

SAN MARCELLO. Si è risolto con un nulla di fatto il consiglio comunale del 7 maggio, almeno per quanto riguarda la problematica del centro profughi di Lizzano. Differentemente da quanto promesso non c’è stato alcun punto da parte della maggioranza sul tema.

Due erano i punti presentati dall’opposizione: il punto 11 “Informazioni sulle condizioni igienico sanitarie dell’immobile sito in località Lizzano Pistoiese dove trovano accoglienza gli immigrati” del gruppo Futuro Civico e il punto 10 “Mozione situazione immigrazione” del Partito Indipendentista Toscano.

La mozione del consigliere Vivarelli è stata rimandata (ancora una volta), mentre l’interpellanza della Ducci è stata discussa.

A rispondere sono stati il vice sindaco Rimediotti, di cui è mia opinione, avrebbe fatto meglio a tacere sull’argomento, l’ing. Cristiano Vannucchi e il sindaco Luca Marmo.

E francamente sono stati imbarazzanti tutti e 3.

Rimediotti ha posto l’accento sulla presunta diminuzione dei profughi del centro (30) e del comune (62), omettendo che la cifra indicata dal prefetto per San Marcello Piteglio è 29.

Lizzano Pistoiese

L’ing. Vannucchi evidentemente in difficoltà ha ribadito più volte che all’impianto fognario, era stata concessa l’autorizzazione seppur anni or sono.

Ora a parte che se da un impianto “regolare” esce un odore nauseabondo si deve intervenire uguale, mi piacerebbe chiedere a Vannucchi per quale tipologia di edificio era stata data l’autorizzazione.

Era stata data per una scuola? Per una casa vacanze? Per un centro di accoglienza che occupasse anche 50 persone?

No perché cambia il discorso. Il più imbarazzante di tutti è stato il sindaco che non solo non ha affrontato il problema come da colloquio con la Lega montagna pistoiese (e confermato sui giornali), ma ha addirittura parlato come se il problema fosse affrontato ora per la prima volta ed è ripartito ora con i tempi per i lavori.

Dimenticabili anche gli interventi dei consiglieri Mandolini e Baldassari che sono andati in aiuto di un Marmo in difficoltà, ma che ambedue o non conoscono il problema o fanno finta di non sapere.

Ottimo invece l’intervento del capogruppo di Futuro Civico Venusia Ducci che ha tenuto testa bene alle risposte incoerenti della maggioranza.

Facendo sopratutto notare che ad altre attività o abitazione privata non si sarebbero fatte tutte queste concessioni. Ottimo anche l’Intervento del consigliere del Partito indipendentista Carlo Vivarelli che ha chiesto al Sindaco delle dichiarazioni sui giornali, domandando se il centro si vuol chiudere si o no. Ovviamente il Sindaco non ha risposto.

Concludendo ottima la minoranza, pessima la maggioranza, il sentore è che il sindaco si stia rimangiando la parola data o che comunque stia di nuovo allungando il brodo. Non riescono neanche a mantenere le regole che hanno deciso loro.

Consiglio al Sindaco e alla maggioranza di tornare sulla giusta via, perché la Lega montagna pistoiese non si fermerà qui. E a breve agiremo di nuovo.

Marco Poli
Lega montagna pistoiese

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento