CENTRO STORICO, NO A KEBAB, SEXYSHOP E FASTFOOD

piazza della Sala

PISTOIA. Con l’approvazione del regolamento per la “zona a particolare tutela” si compie un importante passo in avanti nella lotta al degrado del centro storico e si introducono preziosi strumenti di valorizzazione delle tipicità del commercio locale.

Grazie alle indicazioni contenute in questo regolamento voluto dall’amministrazione Tomasi saranno vietate nel centro storico le aperture di money transfer, internet point, sexyshop e negozi di media o grande distribuzione come fast food ecc. ecc.

Sono state introdotte norme più stringenti per quanto concerne alle insegne, che dovranno essere scritte utilizzando l’alfabeto italiano e non luminose, divieti precisi per quanto riguarda le attività che effettuano la preparazione degli alimenti sulla pubblica via come i Kebab e prescrizioni per la distribuzione di bottiglie di vetro durante le fasce orarie più a rischio. Sarà inoltre vietata l’installazione di nuove slot machine anche laddove siano già presenti altre macchine da gioco.

Si tratta di un importante obiettivo raggiunto grazie al lavoro delle commissioni consiliari e dei tecnici comunali che dota la città di un regolamento che è centrale nella difesa delle tipicità e dell’identità della nostra città e che amplia, come da programma, la zona di particolare tutela a tutto il centro storico.

Gabriele Sgueglia

Consigliere Comunale Fratelli d’Italia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento