CHIANTI BANCA IN HOLDING CASSA CENTRALE BANCA. IL PLAUSO DI CONFAGRICOLTURA

Il logo della Chianti Banca
Il logo della Chianti Banca

FIRENZE. “Vogliamo fare un plauso alla scelta dell’assemblea dei soci di Chianti Banca di aderire alla holding coordinata da Cassa Centrale Banca e non trasformarsi quindi in una Spa”.

È quanto dichiarato da Francesco Miari Fulcis, presidente di Confagricoltura Toscana sulla scelta di Chianti Banca di non approvare il progetto way-out, ossia il passaggio dalla forma di credito cooperativo a spa e aderire alla holding coordinata da Cassa Centrale Banca del Trentino.

“Siamo felicissimi che la banca presieduta da Lorenzo Bini Smaghi – prosegue Miari Fulcis – abbia intrapreso un percorso di aggregazione nella forma approvata dall’assemblea. Una scelta imprenditoriale coraggiosa, dettata dalla qualità e professionalità anche nel settore agricolo, che incoraggia la voglia di crescere e rimanere legati al territorio.

“Per le aziende agricole questo significa poter continuare a fare affidamento su un interlocutore locale, forse l’ultimo rimasto, che crede fermamente nella nostra imprenditorialità e vuole crescere con le nostre fattorie, vere ambasciatrici della Toscana nel mondo e di questo non possiamo che essere soddisfatti”.

[lorenzo galli torrini]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento