CHIUSO A QUARRATA ANCHE IL CENTRO DI RACCOLTA DELL’AVIS

L'Avis di Quarrata
L’Avis di Quarrata

QUARRATA. “Il Centro Raccolta Sangue di Quarrata resterà temporaneamente chiuso, per necessità di adeguamenti strutturali ai locali presso la sede della Croce Rossa di Quarrata, per circa due mesi a partire da oggi”. È quanto ha scritto ieri in un comunicato l’Avis di Quarrata anticipando in un certo senso ciò che verrà meglio spiegato oggi dal presidente dell’associazione quarratina Franco Burchietti nella conferenza stampa programmata per la tarda mattinata.

“Ci scusiamo per il disagio e invitiamo comunque a non far mancare il vostro prezioso dono”. Evidentemente niente ha potuto fare neppure il presidente della Regione Enrico Rossi di fronte alle pressioni dell’azienda sanitaria che ha rimandato di poco più di un mese una decisione da tempo comunicata e nota. Durante la sua visita a Quarrata svoltasi a febbraio Rossi si era espresso in questi termini: “Chiudere il centro di raccolta sangue di Quarrata dell’Asl 3 significherebbe sconfessare l’impegno che la Regione ha messo e mette ogni giorno per supportare la sanità e l’associazionismo nel nostro territorio. Perciò mi prendo l’impegno di parlare con i vertici dell’azienda sanitaria per trovare una soluzione che eviti la chiusura del centro”.

Parole al vento dunque, di circostanza quelle pronunciate nel corso del dibattito “Il Welfare in Toscana: il ruolo del terzo settore” svoltosi a Villa La Magia.

In quella occasione il presidente dell’Avis di Quarrata Franco Burchietti si era pure espresso a favore dei necessari adeguamenti imposti dalla normativa ma aveva anche richiesto che vi si giungesse attraverso un cronoprogramma operativo basato sull’impegno di tutti gli attori in causa, a partire proprio dall’Asl stessa, titolare della funzione. Si rilegga a questo proposito quanto pubblicato da Linee Future a febbraio.

L’attività di prelievo continuerà intanto presso il Centro Trasfusionale di Pistoia tutti i giorni feriali dalle ore 8:00 alle ore 11:00. “Coloro che hanno già prenotato la donazione presso il Centro a Quarrata – si legge nella comunicazione – saranno contattati per concordare una diversa ricollocazione. Invitiamo invece gli altri a contattare direttamente Benedetta al nuovo numero 392 2618462 che provvederà a prenotare la donazione presso il Centro Trasfusionale di Pistoia”.

Dopo la conferenza stampa sapremo meglio come sono andate le cose. Resta inteso che sicuramente Burchietti non mancherà di sottolineare i “contraccolpi” sul piano politico e sanitario nonché il disagio per i donatori, i volontari stessi e tutta la città di Quarrata. Ci sembra proprio il caso di dire che in questa vicenda la politica non ha svolto bene il proprio compito e come spesso accade è mancata la partecipazione e la condivisione di idee e proposte alternative. Nonostante quello che ha affermato ieri il sindaco Mazzanti.

andreaballi@linealibera.info

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento