CIMITERI COMUNALI, ESEGUITI DAL COMUNE NUOVI INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Il cimitero principale di Pistoia

PISTOIA. Alcuni si sono conclusi da poco e altri partiranno appena dopo la commemorazione dei defunti: gli interventi di manutenzione straordinaria programmati dall’Amministrazione comunale nei cimiteri cittadini si susseguono, con l’obiettivo di mantenere il decoro e corretta funzionalità delle strutture.

Dal primo maggio, la manutenzione ordinaria è stata affidata invece al gestore unico dei servizi cimiteriali e di cremazione, che si occupa anche della cura del verde.

Nel dettaglio, un intervento particolarmente rilevante è stato completato al cimitero della Vergine, dove il Comune ha provveduto alla sistemazione della copertura danneggiata in due diversi punti, per passare poi al recupero di alcune porzioni di intonaco deteriorato.

Sono iniziati anche gli interventi di manutenzione al cimitero di Cireglio. Si tratta di opere di rifacimento degli intonaci e tinteggiature, necessari a risanare l’interno dell’edificio loculi in vista degli interventi previsti per il risanamento della copertura e degli intonaci sul medesimo fabbricato e quelli di restauro sulla cappella cimiteriale.

«L’Amministrazione comunale sta portando avanti piccoli e grandi lavori di manutenzione, ma non solo, penso ai nuovi ossarini collocati in molti cimiteri collinari – sottolinea Gianna Risaliti, assessore all’edilizia cimiteriale –.

Il cimitero principale di Pistoia, ingresso

Un grande passo avanti è stato fatto con l’appalto triennale dei servizi cimiteriali e di cremazione a un unico gestore, una modalità che permette di ottimizzare gli interventi ordinari, di essere più attenti e tempestivi, di raggiungere una maggiore rapidità burocratica oltre che organizzativa.

La nuova gestione ha consentito di apprezzare fin da subito un significativo cambio di passo nel livello di cura e decoro dei plessi cimiteriali e più in generale nell’efficienza del servizio, nonostante le difficili condizioni in cui la ditta si è trovata ad operare a causa dell’emergenza sanitaria, ma il patrimonio cimiteriale comunale è talmente vasto da richiedere un’attenzione e una cura continue, soprattutto per quanto riguarda la manutenzione del verde».

Con la realizzazione di quaranta nuovi ossarini è stata data una risposta all’esigenza del cimitero di Piazza di implementare gli spazi per la sepoltura, in fase di saturazione.

Sono, invece, sessanta quelli che a breve saranno collocati nel cimitero di Sarripoli, dove è in programma anche il restauro e la manutenzione della cappella cimiteriale. Questi cento nuovi ossarini si aggiungono a quelli già sistemati nei cimiteri di Arcigliano, Iano, Le Grazie, San Giorgio, Santomato, Valdibure e Villa di Baggio lo scorso anno.

Nuovi interventi sono stati programmati dall’Amministrazione comunale anche nel cimitero di Sant’Agostino, dove sta per iniziare la manutenzione del manto di copertura danneggiato.

Al cimitero Principale è stato eseguito un importante intervento di manutenzione straordinaria al tempio crematorio, e in sinergia con l’ente gestore è stato da poco approvato il progetto esecutivo per adeguare l’impianto di climatizzazione. Prevista a breve la gara per affidarne la realizzazione a una ditta specializzata.

Ulteriori interventi di manutenzione ordinaria sono stati completati, o lo saranno a breve, dal gestore unico dei servizi cimiteriali e di cremazione: a Sarripoli e a Sant’Agostino stanno per iniziare interventi al manto di copertura; a San Sebastiano è stata eseguita la ripresa degli intonaci danneggiati nella zona loculi lato nord; a Spedaletto sarà sistemata la cinta muraria e a Uzzo i percorsi interni all’area cimiteriale.

[comune di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email