CINQUE NUOVE POLTRONE PER LA DONAZIONE DI SANGUE

Alla inaugurazione delle nuove postazioni per il Centro Trasfusionale anche l’assessore regionale Fratoni. “Adesso è necessario lavorare per recuperare nuovi spazi anche in montagna”

Foto di gruppo

PISTOIA. [a,b.] Presso il Centro Trasfusionale di Pistoia dislocato al vecchio ospedale del Ceppo sono state inaugurate stamani cinque nuove poltrone per la donazione di sangue.

Salgono così a 11 in totale le postazioni disponibili per i donatori, così da poter effettuare contemporaneamente sia la raccolta di sangue sia di plasma

“Grazie alle Associazioni di  Volontariato – ha detto la presidente della Società della Salute Pistoiese Anna Maria Celesti – che svolgono un ruolo di supporto fondamentale alle istituzioni nel garantire a tanti pazienti ammalati, in primis cronici e oncologici, una risorsa che non può essere prodotta in laboratorio”.

“ll sangue e il plasma — ha aggiunto — sono indispensabili in molti atti terapeutici: l’appello  a tutti i donatori, che ringrazio di cuore, a  continuare nella loro opera con l’invitoai giovani a recarsi presso le Associazioni e i Centri Trasfusionali per informarsi e per poter, a loro volta, diventare donatori”.

L’assessore regionale Federica Fratoni ha portato il saluto della giunta regionale.  Nell’occasione ha ringraziato di cuore i donatori e il “mondo prezioso” delle associazioni che promuovono la raccolta di sangue e plasma.

“Adesso – ha detto – è necessario lavorare per recuperare nuovi spazi anche in montagna, all’ospedale Pacini di San Marcello, dove il numero delle donazioni è particolarmente alto”. La donazione del sangue non si è mai fermata nemmeno durante il periodo della emergenza sanitaria.

 

IL COMUNICATO DELL’AUSL TOSCANA CENTRO

Cinque nuove poltrone per il Centro Trasfusionale di Pistoia

Stamattina la presentazione alle Associazioni di Volontariato. Potenziamento della donazione anche per ringraziare la generosità dei donatori pistoiesi

PISTOIA. Le cinque nuove poltrone del Centro Trasfusionale di Pistoia per la donazione che sono state presentate stamattina alle Associazioni di Volontariato dall’Azienda USL Toscana centro e dalla SDS pistoiese serviranno a potenziare la raccolta di sangue e plasma e rappresentano anche un ringraziamento alla generosità dei pistoiesi e alle loro Associazioni di riferimento. Nei loro confronti è stata espressa gratitudine e riconoscenza da parte del sindaco di Pistoia, dall’assessorato regionale al diritto alla salute, dal presidente della SDS pistoiese e dalla direzione generale della ASL.

Erano presenti i rappresentati regionali e provinciali delle Associazioni di Volontariato Luciano Verdiani e Gianni Franco di Fratres e Luciano Franchi e Igli Zannerini di Avis il direttore sanitario del presidio ospedaliero di Pistoia, la direzione della struttura di immunoematologia e medicina trasfusionale, la direzione rete sanitaria territoriale, la direzione dipartimento medicina di laboratorio, il coordinamento sanitario della SDS di Pistoia e la direzione infermieristica.

Hanno partecipato rappresentanti delle Forze dell’Ordine locali che durante l’emergenza sanitaria non hanno fatto mancare il loro apporto alla donazione di sangue e plasma.

Il Vescovo di Pistoia, Monsignor Fausto Tardelli ha fatto giungere il proprio compiacimento per “questo incremento delle potenzialità del Centro Trasfusionale, tanto importante per la collettività” congratulandosi per l’attività svolta.

Nei mesi dell’emergenza sanitaria per il Covid19 sangue e plasma non solo non sono mai mancati ma si è, infatti, assistito addirittura ad un incremento rispetto all’anno precedente, confermando ancora una volta il sostegno dei donatori alla loro comunità, soprattutto nei momenti più difficili.

Foto di gruppo

In particolare al Centro Trasfusionale del “Ceppo” è stata incentivata la raccolta del plasma (1827 donazioni nel primi otto mesi del 2020 contro le 1412 dello stesso periodo del 2019) e questo anche grazie alla continua sensibilizzazione, all’impegno e agli appelli ripetuti da parte delle Associazioni di Volontariato.

A questo proposito la Presidente della SDS di Pistoia ha sottolineato che proprio grazie alle Associazioni di Volontariato a Pistoia la cultura della donazione, come atto di altruismo e solidarietà è radicata. Le Associazioni, ha detto la Presidente, svolgono un ruolo di supporto fondamentale alle istituzioni nel garantire a tanti pazienti ammalati, in primis cronici e oncologici, una risorsa che non può essere prodotta in laboratorio. Nel ringraziare tutti i donatori per la loro responsabilità e le Associazioni che li seguono nel percorso della donazione, la Presidente ha ricordato che il sangue e il plasma sono indispensabili in molti atti terapeutici e da qui l’appello a continuare a donare e l’invito ai giovani a recarsi presso le Associazioni e i Centri Trasfusionali per informarsi perché le richieste di sangue e plasma sono in continuo aumento soprattutto nelle emergenze sanitarie .

Con l’attuale assetto organizzativo e funzionale del Centro Trasfusionale si possono ora svolgere le donazioni di sangue e plasma contemporaneamente perché le poltrone passano da sei a undici. In pratica con le 5 poltrone in più, allocate in un’altra stanza adiacente alla sala donazioni del Ceppo, avremo quasi un raddoppio delle donazioni di plasma e sangue.

L’Azienda Sanitaria, attraverso la direzione sanitaria del presidio ospedaliero San Jacopo che ha seguito la realizzazione e l’attivazione, ha operato l’investimento (costo di ogni singola poltrona 1,621 euro) per allestire la nuova stanza; la SDS pistoiese ha invece accolto e sostenuto l’operazione proprio per garantire maggiore potenzialità al Centro Trasfusionale pistoiese dove è indubbiamente superiore le raccolte di plasma, rispetto agli centri, legate anche al maggior numero dei donatori che afferiscono al Ceppo.

La significativa raccolta di plasma è anche dovuta alla maggiore disponibilità dei separatori cellulari (4) rispetto a Quarrata (2) e San Marcello (1) e all’orario di apertura che è su sei giorni alla settimana rispetto ai due giorni nei centri di raccolta di Quarrata e San Marcello.

Con l’apertura della nuova stanza sarà anche incrementato il personale infermieristico coordinato dalla dottoressa Moira Arcangeli, in particolare nella giornata di sabato per garantire l’adeguata assistenza in vista del “raddoppio” dei donatori.

Le nuove poltrone rispettano tutti i criteri di accreditamento e consentono di modificare la posizione per intervenire in caso di malessere del donatore, grazie ad una pulsantiera e ad una pedaliera attuabili elettronicamente.

Gli ulteriori vantaggi del Centro, diretto dalla dottoressa Daniela Rafanelli, (direttore sia di immunologia e medicina trasfusionale del San Jacopo che del S.S. Cosma) li ha spiegati il dottor Antonio Crocco direttore della struttura complessa di immunoematologia e medicina trasfusionale di Pistoia e Prato: “sono davvero tanti e tra questi la riduzione dei tempi di attesa delle prenotazioni, in particolare per il plasma; le Associazioni di Volontariato possono organizzare le programmazioni delle donazioni pianificando al meglio la gestione sempre più capillare sul territorio della Provincia Pistoiese. Per l’Azienda è un valore aggiunto con un ritorno di emocomponenti e quindi emoderivati disponibili sul territorio, in un periodo dove è necessario assicurare il giusto approvvigionamento di sangue e plasmaderivati, per la continuità dei trattamenti e cure per i cittadini bisognosi”. Stamattina era presente il dottor Daniele Berretti che ha illustrato ai presenti la nuova attività.

Crocco ha poi sottolineato che l’attivazione delle poltrone rappresenta un volano di crescita per raggiungere gli obiettivi prefissati non solo Aziendali ma Regionali ringraziando la Direzione Aziendale e la Direzione del Dipartimento Medicina di Laboratorio per la sensibilità a queste tematiche, esprimendo vicinanza alle Associazioni di Volontariato ringraziando la Direzione di Presidio San Jacopo per il forte sostegno, oltre i medici ed il personale del Servizio trasfusionale che con impegno costante assicurano l’accoglienza dei donatori.

11/09/2020 12.07

Asl Toscana Centro – Pistoia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email