circolazione. VIA DI BIGIANO DIVENTA ANCHE PERICOLOSA

Lo specchio inutilizzabile all’inizio di Via di Bigiano.

PISTOIA. Al sindaco Bertinelli dobbiamo quantomeno riconoscergli una certa qualità: la caparbietà.

Da mesi, se non ormai da anni, e da ogni angolo della città, si levano le proteste per il cambio di senso di marcia in Via di Bigiano e Castel Bovani, scelta dettata da non si sa quale assurda necessità, anche se la più gettonata consiste in un favore ai residenti di tale strada.

Strada molto stretta e costantemente invasa da auto, ma anche sbocco naturale e importante verso Porta San Marco e tutte le zone da lì raggiungibili. Da quando il senso di marcia venne cambiato, il caos ha iniziato a regnare sovrano.

Niente è comunque cambiato da quando, con un’astuta mossa padronale in stile Contessa Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare, venne imposto il vecchio senso di marcia, con però la possibilità di poter accedere a Via di Bigiano solo venendo da Via Monte Sabotino.

Risultato: Via di Bigiano è rimasta deserta, mentre il resto della città ingolfato nel traffico, per la felicità dei quattro gatti lì residenti.

Ma oltre al danno, anche la beffa: chi da Via Monte Sabotino vuole imboccare Via di Bigiano, per evitare di scontrarsi con le auto provenienti da Via Toti ha solo a disposizione uno specchio malandato e inutilizzabile, tanto è lercia e “sgranata” la sua superficie.

Sfidiamo chiunque, anche il sindaco uscente, a provare a compiere tale acrobazia senza sentirsi almeno per un attimo appeso al filo della fortuna.

[Lorenzo Zuppini]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento