CIREGLIO, OLTRE DUECENTO FIRME CONTRO “POSTE ITALIANE”

Cireglio
Cireglio

CIREGLIO. Dopo l’annuncio della volontà di Poste Italiane di chiudere a breve molti suoi uffici anche in zone periferiche e montane, la Proloco di Cireglio ha subito iniziato la raccolta firme in modo da far sentire la voce dei cittadini, per opporsi a questa decisione presa per ragioni strettamente economiche e resa ancora più insensata e inaccettabile specialmente perché in assenza di proposte alternative vere.

Una scelta perciò che andrebbe ancora una volta a gravare sulle spalle delle fasce più deboli della popolazione, come gli anziani e i disabili i quali hanno chiaramente una maggiore difficoltà di movimento, poca dimestichezza con le procedure telematiche e si vedrebbero così costretti a percorrere lunghe distanze. Basti pensare al ritiro della pensione.

Ad oggi le firme raccolte sono già più di 200. È possibile trovare i fogli e sottoscrivere presso “La vecchia lira”, la farmacia di Cireglio, l’edicola e la panetteria di Michela.

Nei prossimi giorni verrà anche organizzata un’Assemblea con la cittadinanza alla presenza dei rappresentanti istituzionali.

Pro-Loco di Cireglio

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento