“CITTÀ DELLA VALDINIEVOLE” COSTRUITA DAI CITTADINI E NON DA BUROCRATI E CLIENTELE

Valdinievole. 1
Città della Valdinievole

PIEVE A NIEVOLE. Per il MoVimento 5 Stelle, la “città della Valdinievole” dovrà essere costruita dai cittadini e dagli imprenditori locali.

Le preoccupanti affermazioni sulla fusione dei comuni della Valdinievole che il presidente della Provincia Vanni e il parlamentare montecatinese Fanucci vanno facendo negli incontri delle ultime settimane meritano una presa di posizione.

Come attivisti del M5S di Pieve a Nievole siamo tra i più convinti della necessità di un percorso partecipato che susciti entusiasmo verso la riorganizzazione dei trasporti locali, della gestione dei rifiuti, del rilancio della agricoltura di filiera corta e della partecipazione reale dei cittadini alla gestione dei beni pubblici in Valdinievole.

Ci dispiace ascoltare Fanucci che invece vede la fusione come una opportunità di diventare un “terreno appetibile agli investimenti delle multinazionali“. Ci spiace che Vanni abbia già deciso che la Valdinievole si farà nel 2019, guarda caso alla fine del suo mandato di presidente della Provincia: è una dimostrazione di egoismo politico e di vergognosa bramosia di potere.

Semplificare la burocrazia per rilanciare l’economia locale è qualcosa che il M5S di Pieve a Nievole, e di tutta la Valdinievole, fa volentieri; aprire la strada a gruppi stranieri che arrivano a sfruttare le risorse e assumono i nostri giovani a 500 euro al mese, No.

La fusione amministrativa dei comuni lasciando i municipi a disposizione dei cittadini, con un nuovo statuto che garantisca la più ampia partecipazione e possibilità di controlli è il nostro obiettivo; accentrare il potere nelle mani di un nominato dalla sede centrale di un partito, che ogni giorno sta più in tribunale e carcere che nelle istituzioni, come è avvenuto per la provincia, No.

I soldi pubblici che la Regione mette a disposizione dei comuni che si fondono sono molti. Questi soldi saranno i cittadini a decidere in cosa spenderli (suggeriamo che i cittadini potrebbero essere interessati a scuole, parchi, incentivi all’economia locale) e non i partiti (interessati a clientelismo, multinazionali, corruzione).

Quindi: Comune Unico della Valdinievole Sì, dopo un percorso partecipato con l’ascolto reale dei bisogni del territorio, senza imposizioni dall’esterno

Movimento 5 stelle in Valdinievole

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento