CITTÀ METROPOLITANA: QUALCUNO NE PARLI

Massimo Baldi
Massimo Baldi

PISTOIA. Nemmeno due mesi fa Tiziano Tempestini, direttore di Confcommercio Pistoia, ha assunto lo stesso ruolo anche all’interno dell’associazione fiorentina. Questa settimana è nata la costituente di “Area vasta metropolitana” di Cna. E pochi giorni fa, Matteo Biffoni, candidato sindaco a Prato per il Partito Democratico, ha risposto alle sollecitazioni che l’associazione degli artigiani rivolgeva alla politica, affermando che per il rilancio dei territori coinvolti il futuro è nell’asse Firenze-Prato-Pistoia.

Il ddl Delrio prevede che i comuni delle province limitrofe alle città metropolitane, «ivi compresi i comuni capoluogo», possano fare richiesta di adesione. Firenze sarà una delle città metropolitane italiane, diventerà cioè una delle metropoli più importanti del mondo, ed è a mio avviso incomprensibile che Pistoia non compia la scelta di aderire. Ma ancora più incomprensibile è l’assoluto silenzio che grava sul tema, di cui, con poche eccezioni, non parla nessuno.

È forte la sensazione che, piuttosto che esprimersi a favore o contro l’ipotesi dell’adesione, si voglia procedere come se il tema non fosse nemmeno sul tavolo. Invece il tema sul tavolo c’è e non è semplicemente l’oggetto di un dibattito teorico sul futuro strategico del nostro territorio; qui si parla di uno strumento concreto, che è a nostra disposizione adesso e che prevede un iter burocratico non semplice che deve concludersi entro il 30 settembre 2014.

Se è necessaria – come credo – una profonda e laica riflessione sulle scelte da compiere, è opportuno farla al più presto. E sia chiaro: chi preferisce non parlarne, ha già deciso di non aderire. Se domani ci ritroveremo isolati, subito fuori dai confini di una delle più grandi e conosciute metropoli del mondo, chi ora tace ha già deciso di piazzarci lì: fuori dall’uscio.

Tanto per dirne una, le future città metropolitane avranno accesso diretto ai fondi europei. Questo significa che per le politiche economiche, culturali, sociali riguardanti il territorio metropolitano si potranno realizzare progetti da proporre all’Ue senza ‘passare’ dalla regione. Davvero la cosa non ci interessa?

Massimo Baldi
Partito Democratico Pistoia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento