clima e diversità. SCELTE CONSAPEVOLI PER I RAGAZZI DEL DE FRANCESCHI PACINOTTI

Gli studenti delle quarte e quinte dell’indirizzo agrario e chimico biologico dell’istituto professionale De Franceschi Pacinotti

PISTOIA. Si è concluso nei giorni scorsi un percorso che ha visto come protagonisti gli studenti delle quarte e quinte dell’indirizzo agrario e chimico biologico dell’istituto professionale De Franceschi Pacinotti, in collaborazione con l’Università di Firenze.
L’istituto ha accolto l’invito dell’ateneo fiorentino che, nell’ambito del piano nazionale lauree scientifiche, finalizzato appunto ad avvicinare gli studenti delle superiori alle facoltà scientifiche, ha aperto i propri laboratori e organizzato conferenze pomeridiane su temi scientifici di attualità.

I ragazzi pistoiesi hanno così partecipato, insieme ad alcuni insegnanti, a conferenze tenute da docenti universitari dei corsi di laurea in scienze naturali aventi per oggetto: “Il clima: ieri, oggi e domani”, “Le specie aliene invasive e la biodiversità “ ,”L’impatto dell’uomo sugli ecosistemi”.
Inoltre gli studenti sono stati accolti nei laboratori universitari e per un giorno intero hanno lavorato fianco a fianco con docenti e ricercatori, esercitandosi nel riconoscimento della biodiversità (in particolare insetti) attraverso le moderne tecniche di identificazione biomolecolare con estrazione del dna e successivo sequenziamento.

Una delle serre della scuola agraria

Gli stessi risultati nell’identificazione di insetti ottenuti sia con le tecniche biomolecolari che con le tradizionali tecniche con microscopio e chiavi dicotomiche hanno stimolato l’interesse e la partecipazione attenta degli studenti, che hanno quindi consolidato e amplificato le conoscenze già in parte acquisite a scuola.
Uno dei punti di forza del De Franceschi è proprio l’approccio laboratoriale alla biologia, con il quale si può trasmettere il carattere unitario di questa disciplina generale i cui rami (ecologia, biologia cellulare, biologia molecolare) possono apparire scollegati, come se fossero argomenti di materie diverse.
Gli studenti hanno infine potuto ulteriormente riflettere sul rapporto tra stili di vita e cambiamenti climatici e più in generale sull’impatto delle attività antropiche sui vari ecosistemi: questioni che riguardano l’ambiente, il cibo, l’energia e la salute, la mitigazione e l’adattamento al surriscaldamento globale, questioni centrali per il futuro e il presente di ognuno di noi.
Già da qualche anno, anticipando la battaglia di Greta Thunberg per il clima e l’economia circolare, nel proprio piccolo e in ottica di consumi sostenibili l’istituto De Franceschi Pacinotti vende i prodotti ortofrutticoli coltivati nei campi di via Dalmazia e raccolti a partire dalla tarda primavera: attività concrete con cui la scuola intende contribuire alla riconversione ecologica dell’economia e a diffondere conoscenza e consapevolezza.
Relativamente al progetto lauree scientifiche, referente dell’Università di Firenze è stata professoressa Francesca Romana Dani, dell’istituto De Franceschi gli insegnanti coinvolti sono stati i docenti Marini Cecilia, Mannori Annalisa, Spampinato Maria, Caputo Alessandra, Disperati Barbara e Strumenti Nicola.

[cristofani — istituto de Franceschi pacinotti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email