cna. ISCRIZIONI IN AUMENTO E UN’IMPORTANTE ATTIVITÀ SINDACALE

logo-cnaPISTOIA. Iscrizioni in aumento rispetto all’anno passato, decine di iniziative sindacali, migliaia di servizi erogati e in ponte un grande progetto di crescita che vedrà, entro pochi mesi, la concretizzazione del processo di fusione con Prato. La Cna di Pistoia fa un bilancio dell’anno che si è appena lasciato alle spalle e i dati emersi rilevano che l’associazione continua ad essere un punto di riferimento importante per tutte le piccole e medie imprese del territorio, attestandosi come la più grande associazione di categoria della provincia di Pistoia con circa 4mila imprese iscritte e quasi novemila iscrizioni fra pensionati e cittadini.

“Il 2016 è stato un anno denso di novità – commenta il direttore generale della Cna Stefano Vivai – in cui ho avuto l’onore di sostituire Sergio Giusti alla guida dell’associazione. Siamo riusciti, in un momento in cui le iscrizioni al registro delle imprese sono costantemente in calo, ad aumentare le nuove iscrizioni rispetto al 2015 e questo è un inequivocabile segnale del fatto che le imprese vedono in noi un punto di riferimento. Abbiamo dato vita a importanti battaglie sindacali ottenendo in alcuni casi delle vittorie storiche, come per esempio la sentenza della Cassazione sulla Tari, frutto di una battaglia legale della Cna. L’arduo compito che oggi ci siamo dati è quello di divenire ancora più efficienti, specializzandosi e migliorandoci. Va in questa direzione anche il processo di fusione con Prato, già avviato con la firma del progetto da parte dei due presidenti avvenuta pochi giorni fa”.

Al 31 ottobre del 2016 il numero delle imprese associate era di 3854, ben 5389 i soci pensionati e 3568 i singoli cittadini associati. Sono stati circa 300 i nuovi associati nel 2016, numero in crescita rispetto all’anno precedente, con un’incidenza sull’Albo Artigiani di oltre il 25 %. Il gruppo, con le varie società, ha prodotto un fatturato consolidato di 7milioni e 600mila euro erogando servizi che vanno dagli adempimenti normativi tradizionali, fino alla sicurezza, alla formazione, al credito e all’informatica.

Ai servizi erogati si affiancano le tante attività sindacali portate avanti dall’associazione che sempre di più sente la responsabilità del proprio ruolo di rappresentanza del mondo della piccola e media impresa nei confronti delle istituzioni. Certamente ha un rilievo su tutte la lunga battaglia per l’esclusione delle superfici in cui si producono rifiuti speciali dall’assoggettamento alla Tari, battaglia che la Cna sta combattendo contro i tanti regolamenti comunali che ancora non riconoscono tale esenzione, sottoponendo le aziende a una doppia e quindi ingiusta tassazione.

“Con una sentenza storica – continua il direttore – la Cassazione ha dato ragione a una ditta di Lamporecchio che aveva fatto ricorso con l’appoggio della Cna di Pistoia. È una sentenza che deve far scuola e a cui tutte le Cna di Italia stanno facendo riferimento per chiedere ai Comuni di cambiare i loro regolamenti”.

Elena Calabria
Elena Calabria

A questa importante iniziativa si sommano tutte quelle fatte sull’internazionalizzazione e sull’innovazione, due temi caldi per il mondo delle Pmi, che la Cna ha più volte ripreso durante il 2016, organizzando fra l’altro la prima “Giornata dell’Innovazione”, evento che ha visto, all’interno della Sala Maggiore del palazzo comunale, centinaia di partecipanti. Altra iniziativa di alto valore sindacale è stata quella relativa alla Fusione dei Comuni con la valutazione, accreditata da importanti studi, delle ricadute positive di quest’ultima scelta amministrativa sull’economia locale.

Durante il mese di luglio è stato anche affrontata l’importante novità del nuovo codice degli appalti pubblici, con l’autorevole presenza del sottosegretario Riccardo Nencini, e durante l’assemblea annuale dell’associazione è stato toccato lo spinoso argomento del Total Tax Rate, riportando alla folta presenza di amministratori locali i preoccupanti dati del nostro centro studi nazionale e ribadendo la necessità di una profonda e immediata inversione di tendenza sulla tassazione locale.

Come già da alcuni anni, un occhio di riguardo la Cna lo ha avuto per le nuove imprese per le quali sono stati organizzati dei corsi dedicati ai neo imprenditori. La nostra associazione ha inoltre deciso di aderire al concorso nazionale denominato “Premio Cambiamenti”, riuscendo a selezionare quasi una ventina di start up innovative, tre delle quali sono state premiate durante un evento svoltosi a novembre.

Inoltre è stata grande la soddisfazione per il successo ottenuto dalle due iniziative volte alla promozione di settore: Toscana Fashion, fiera dedicata al calzaturiero, e la nuova edizione di Arts&Crafts, organizzata assieme a Confartigianato.

Non possiamo poi dimenticare l’impegno che la Cna ha speso nel sociale con la realizzazione della “Cena della Legalità”, nata dalla collaborazione con lo chef Filippo Cogliandro, ambasciatore italiano della ristorazione antiracket nel mondo, che ha permesso all’associazione di devolvere un’importante somma alla Dynamo Camp. Nell’autunno invece la Cna ha scelto di sostenere la campagna di raccolta fondi per le aree colpite da sisma e poi di aderire alla campagna Telethon.

“L’anno che è appena terminato –  conclude la presidente della Cna di Pistoia, Elena Calabria – è stato un anno di grande impegno e ripartenza a fianco del nuovo direttore generale Stefano Vivai. Questo terzo anno del mio mandato, che vedrà la sua conclusione nella primavera prossima, mi ha veramente fatto apprezzare come l’associazione, che ho l’onore di rappresentare, sia veramente una forza sociale, capace di aggregare, di fare sintesi sulle tematiche più scottanti, di portare all’attenzione dei decisori pubblici le istanze dei piccoli imprenditori che rappresentano la vera spina dorsale di questo paese.

“Un’associazione ancora viva e dinamica che accetta le sfide del cambiamento e che vede il proprio futuro in un’operazione di fusione con la vicina associazione di Prato, per mettere mano ad una vera operazione di riorganizzazione e riposizionamento. Un anno speciale ci attende ed io sono certa che i nostri associati, presenti e futuri, apprezzeranno positivamente questo cambiamento che ci porterà ad essere la seconda realtà in Toscana e appena l’undicesima nel panorama nazionale”.

[cna – pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento