cna pistoia. IL SOGNO AMERICANO SI CHIAMA “ITALIAN FOOD”

Convengo il 23 marzo alle 10 al Nursery Campus 
Elena Calabria

PISTOIA. Il sogno americano si chiama italian food. Per scoprire quali sono le opportunità di fare affari negli Stati Uniti per le aziende italiane del settore alimentare The One Company, insieme allo Studio Legale Durante e alla CNA di Pistoia, organizza una giornata di formazione gratuita su come sbarcare all’interno del mercato americano.

Modalità di esportazione, mercati privilegiati, grande distribuzione, vendita al dettaglio, difficoltà linguistiche, legislazione, trasporti internazionali. Sono tutte questioni che un’azienda che vuole esportare i propri prodotti è costretta ad affrontare.

È proprio per dare risposte a tutte queste problematiche e per fornire consigli ed esempi concreti che si terrà il workshop gratuito dal titolo “Come i prodotti alimentari italiani possono conquistare il mercato USA”. L’iniziativa è prevista per giovedì 23 marzo al Nursery Campus di Pistoia a partire dalle 10.

“Il mercato statunitense è un’opportunità straordinaria – afferma Lorenzo Zurino della The One Company – e ogni giorno ricevo da retailer, ma pure da alcune catene di ristorazione, richieste di prodotti italiani. La nostra società può contare su relazioni consolidate coi principali retailer del paese e abbiamo un’esperienza tale che ci permette di dare consigli e spiegare quali sono le buone pratiche da attuare per esportare un prodotto negli Usa. La nostra è un’azienda molto orientata al risultato e alla relazione umana. Crediamo nelle cose semplici, magari piccole in un primo momento, ma fatte bene e in legami che durino nel tempo. Diffidiamo poi di tutti quei soggetti che continuano a proporre analisi di mercato e corsi di formazione a pagamento senza aver esportato mai nulla da una parte all’altra dell’oceano. Con THE ONE l’azienda prima di lavorare con noi può venire a toccare con mano la realtà americana e conoscere i nostri partner”.

“Il Made in Italy è un marchio dall’alto valore aggiunto – spiega Elena Calabria, presidente della CNA di Pistoia – soprattutto in alcuni settori come la moda e il cibo. Aiutare le nostre aziende ad esportare i propri prodotti è una delle missioni che si pone CNA, nella consapevolezza del fatto che resistono alla crisi e creano sviluppo solo le imprese capaci di confrontarsi con innovazione e internazionalizzazione. Gli Stati Uniti rappresentano certamente uno dei mercati di sbocco privilegiati per le nostre eccellenze agroalimentari ed è per questo che abbiamo deciso subito di collaborare a questa giornata di formazione gratuita che sicuramente potrà fornire consigli pratici ed esempi sulle modalità per conquistare i mercati esteri”.

L’iniziativa fa parte di un ciclo di appuntamenti che nei prossimi mesi si avvicineranno anche ad altri mercati in espansione, come l’area dei Paesi del Golfo e quella della Cina.

“L’intento sotteso alla nostra proposta – afferma Valentino Durante, partner dello Studio Legale Durante – è molto semplice: prendere sul serio le opportunità che derivano dalle nuove frontiere dell’export. Nell’epoca della globalizzazione, infatti, i limiti non sono più il tempo e lo spazio, ma la capacità di organizzazione e la gestione dei rischi. Ed è per questo che conoscere le storie di chi ha avuto successo può essere di stimolo e di aiuto concreto per chi si accinge ad averlo”. Per informazioni sul programma e sulle modalità di iscrizione consultare il sito www.cnapistoia.it

[maltagliati – cna pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento