cobas regione. «ROTTAMIAMO LA RACCOMANDAZIONE!»

cobas

FIRENZE. Avete visto il curriculum di qualcuno che non corrisponde all’incarico ricoperto?

Potrebbe trattarsi di una raccomandazione!

Tutta la catena gerarchica va scandagliata: dai direttori alle Po.

Il raccomandato potrebbe annidarsi ovunque! Ma ce ne sono di più ai piani alti, sennò che raccomandati sarebbero?

Non sottostimate questo malcostume: è una delle ragioni per cui la pubblica amministrazione non funziona: le persone con ruoli direttivi arrivati per raccomandazione, non sono all’altezza e a catena provocano danni perchè si contornano di loro simili, cioè altri raccomandati (somigliando a loro stessi, a loro sembrano i migliori!).

Se uno ha bisogno della raccomandazione vuole dire che non vale nulla e lo sa!

Liberiamoci dei raccomadati.

Il raccomandato va snidato! Fai una piccola inchiesta, fai ricerca: scopri chi c’è dietro e perchè chi non è all’altezza sta dove non dovrebbe stare: denuncia, segnala i casi di cui vieni a conoscenza.

Qualcuno in 10 anni passa da funzionario semplice a direttore senza avere altri titoli oltre alla laurea?

Potrebbe trattarsi di una raccomandazione!

Qualcuno è imparentato con un politico di spicco e diventa dirigente?

Potrebbe trattarsi di una raccomandazione!

Qualcuno è dirigente a contratto da moltissimi anni e non ha superato il concorso da dirigente pur avendoci provato? E ora diventa addirittura direttore?

Potrebbe trattarsi una di una raccomandazione.

Qualcuno frequenta a spese della Regione il master Emmer della Bocconi e poi diventa Po o addirittura dirigente?

Potrebbe trattarsi di raccomandazione!

Qualcuno è iscritto al Pd e fa una (altrimenti) inspiegabile carriera?

Potrebbe trattarsi di una raccomandazione!

Parentele, tessere di partito, ma anche occhi chiusi quando qualcosa ai limiti della legittimità si profila (non vedo non sento non parlo, come i mafiosi, vergogna!) sono i caratteri che potrebbero provocare e motivare la raccomandazione.

Rottamiamo la raccomandazione!

Solo così la pubblica amministrazione farà un passo verso la conoscenza, la competenza, la cooperazione e la creatività.

Rottamiamo la raccomandazione!

Solo così elimineremo uno dei motivi di scontento e di ingiustizia: vedere far carriera persone che valgono meno di nulla. Ma anche uno dei motivi per cui la pubblica amministrazione non funziona.

Vedi: https://rtcobas.wordpress.com/2016/04/06/rottamiamo-la-raccomandazione/

Marvi Maggio
Cobas Regione Toscana

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “cobas regione. «ROTTAMIAMO LA RACCOMANDAZIONE!»

  1. Va bene Cobas: tutto giusto, anche perchè il pesce puzza sempre dalla testa. Però manca ancora un ultima domanda

    – qualcuno dei miei colleghi è stato assunto da tutti quei signori citati nel votro “vademecum” e non sa fare una beata fava e si assenta dopo la timbratura?
    Potrebbe essere un raccomandato! (e pure assenteista)

Lascia un commento