coccodrilli. ABOLIRLI PER DECRETO

Il lutto cittadino, per la scomparsa di un notabile e insigne pistoiese è stato forte e ben diffuso da ogni soggetto che avesse una pur minima rilevanza pubblica. Gli epitaffi dovrebbero essere aboliti per decreto
Lacrime di coccodrillo

PISTOIA. La scomparsa di un insigne pistoiese in questa torrida settimana, ci ha impegnati nell’esegesi attenta di numerosi epitaffi che sono stati solennemente e compostamente espressi in dedicate interviste da personaggi, politici e autorevoli rappresentati delle associazioni ed enti della città capitale.

Non pensiamo che i coccodrilli dei giornali e gli epitaffi, che sono propalati dai numerosi conoscenti e referenti della res publica, siano tutti autentici e intimamente condivisi da chi li esprime in modo diversamente genuino.

È per questo motivo che rileviamo utile – anzi necessaria – una misura di salute pubblica cioè abolire d’imperio, meglio per decreto governativo, ogni epitaffio almeno per i personaggi notabili e più celeberrimi concittadini.

Lasciamoli invece per piangere gli ultimi, i negletti e miserevoli, che avrebbero così un attimo di prosa e affezione a schiarire una vita offuscata dal grigiore della sventura.

Gli intolleranti alla retorica, ci ringrazieranno sicuramente.

Giovedì 3 agosto sono stati resi noti appunto, per il lutto di Piero Becciani una quantità di epitaffi ai quali vogliamo anche noi associarci con un sentimento di cordoglio, accompagnato dal crisma della necessaria Cristiana rassegnazione.

Tra le pubbliche doglianze ci ha colpito quello di un noto e facoltoso pistoiese, sincero amico dello scomparso che ha ricordato come “Piero, era innamoratissimo della sua città” riconoscendogli, in una battuta, le tante munifiche attività volte a promuovere iniziative di pubblica rilevanza sociale.

Siamo d’accordo sul significato semantico del suo pensiero, ma noi non ci dimentichiamo che Pistoia è – ahinoi – conosciuta anche come la città dei sepolcri imbiancati”, cultura o non cultura.

Ci chiediamo solo – e lo facciamo ad esequie avvenute – se l’amico che ha formulato il pensiero di cordoglio con un tanto intenso aggettivo, abbia colto ben chiara questa condizione della città Capitale, a noi sempre presente?

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento