coldiretti. MERCATI CAMPAGNA AMICA: ANCHE AD AGOSTO

Mercato di Campagna Amica

PISTOIA. Il caldo torrido, per ora, non impedisce all’ortofrutta di stagione di arrivare nei mercati pistoiesi di Campagna Amica. I produttori agricoli della Coldiretti non vanno in vacanza e sui loro banchi gialli si trovano tanti prodotti della dieta mediterranea.

La siccità ed il caldo hanno colpito pesantemente i prodotti base della nostra dieta (grano per la pasta all’olio extravergine di oliva fino alle conserve di pomodoro), determinando un forte contenimento produttivo, ma ne hanno anche esaltato le caratteristiche qualitative. 

È quanto emerge da una analisi condotta da Coldiretti sugli effetti del caldo e della siccità, che si estendono alle tavole degli italiani dopo aver colpito le campagne dove a livello nazionale salgono a oltre 2 miliardi le perdite provocate alle coltivazioni e agli allevamenti con una crisi idrica che riguarda circa i 2/3 dei campi coltivati.

Inevitabile il calo delle produzioni nazionali. Per scegliere il Made in Italy attenzione dunque all’etichettatura che obbligatoriamente indica l’origine sulle bottiglie di extravergine anche se in caratteri minuscoli e spesso nel retro delle bottiglie. Privilegiare — precisa la Coldiretti — quelle che indicano 100% italiano, quelle a denominazione di origine o gli acquisti diretti dal produttore o nei mercati di Campagna Amica.

Michela Nieri

“A Pistoia sono tante le aziende del circuito Campagna Amica che praticano la vendita diretta — spiega Michela Nieri, presidente di Coldiretti Pistoia —, dove potersi recare personalmente a comprare prodotti della fattoria. In più, nonostante il clima torrido, gli agricoltori pistoiesi portano ai Mercati Campagna Amica i loro prodotti di stagione, tanti pomodori, frutta e ortaggi che fanno compagnia a carne e formaggi locali”.

Gli appuntamenti agostani coi mercati di Campagna Amica sono tutti i martedì a Pescia (salvo il 15), tutti i giovedì a Quarrata e ogni sabato a Pistoia.

Insieme a pomodori, peperoni ed altri ortaggi freschi e ricchi di vitamine, in queste settimane si segnala la presenza ai mercati Campagna Amica dei fagiolini serpenti, lunghi anche 30 centimetri, coltivati e appena colti in Valdinievole.

I fagiolini serpenti sono ottimi sia lessati con olio toscano e aglio, sia abbinati con i bucatini e polpa di pomodoro, per gustare una pastasciutta fresca, gustosa e facile da preparare.

I serpenti — spiega Coldiretti —  sono fagioli particolari, con un gusto leggermente amarognolo, che ricorda quello dell’asparago. Anche per questo motivo il fagiolo serpente è conosciuto come fagiolo asparago.

Questo ortaggio, si ipotizza, deriva dal fagiolo dall’occhio, altra varietà botanica della stessa specie, originaria dell’Africa e di qui portata in India. Proprio in India pare si sia originato il fagiolo asparago.

Nel nostro Paese è stato coltivato molto prima degli attuali fagioli, che provengono dall’America. Al contrario del fagiolo dall’occhio, di cui prevalenti sono le forme nane, il fagiolo asparago ha piante rampicanti.

[coldiretti pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento