COME REGISTRARSI SU «LINEE FUTURE»

Per poter lasciare commenti agli articoli

Ecco i passi necessari per potersi registrare su questo quotidiano e per poter lasciare commenti sotto gli articoli.

1. Primo passo

Sotto ogni articolo compare questa scritta

Immagine 1
Immagine 1

 

 

 

 

 

Cliccare su Registrato e si aprirà…

2. Secondo passo

… questa schermata

Immagine 2
Immagine 2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cliccare su Registrati e attendere…

3. Terzo passo

Si aprirà la schermata che segue

Immagine 3
Immagine 3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fatto questo, poco dopo si riceverà una mail di conferma sulla casella di posta elettronica che è stata inserita.

Nella mail saranno forniti:

  • Il nome utente scelto (può essere anche un nickname o pseudonimo qualsiasi)
  • La password (che sarà assegnata dal sistema)

necessari per poter scrivere le risposte.

È essenziale che la casella di posta elettronica sia funzionante o non sarete registrati.

È necessario ricordare che, su Internet, non esiste possibilità di sfuggire al tracciamento: evitate, cortesemente, di scrivere furbate o insulti, perché sareste rintracciabili in brevissimo tempo.

Quando poi tornerete al Primo Passo, dovrete semplicemente cliccare su Registrato e basterà scrivere le vostre credenziali (nome utente e password) dentro i campi della finestra che si aprirà di nuovo, per poter accedere alla finestra dei commenti.

Scrivete il vostro commento e, alla fine, inviate.

Il commento inviato sarà letto dalla Redazione e, se accettato, sarà pubblicato entro breve tempo.

Grazie per la vostra gentile collaborazione.

Linee Future – Quotidiano

Scaricate da qui le istruzioni in formato pdf: Registrarsi su «Linee Future»

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

219 thoughts on “COME REGISTRARSI SU «LINEE FUTURE»

  1. E’ ora di passare dai fatti ai fatti ed è da anni che si aspetta.

    … chiacchierar non fa fatica… e sulla Montagna Pistoiese di chiacchiere ne sono state fatte tante e non solo per carnevale…

    I risultati sono davanti agli occhi di tutti e non è necessario ricordare che i milioni rubati in Comunità Montana (nel caso avessero disceso Le Piastre) difficilmente torneranno nella disponibilità degli abitanti della Montagna anche perchè il detto “pecore con i tiranni, leoni con gli agnelli” difficilmente potrà essere smentito dai fatti.

  2. Pistoia è una città amorfa. Avevo e contrinuO a sperare nel sindaco Bertinelli di cui ho stima e simpatia ma ora lo percepisco come circondato dalla burocrazia della “vecchia guardia”. Da più parti, anche da parte mia, sono partite idee, iniziative… che potrebbero dare una nuova vitalità. Ed un’idea ne tira un’altra. Ma per ora solo delusioni. Forse aspettiamo che Pistoia affoghi del tutto come affogherà nel terreno paludoso (di chi è la colpa saranno i giudici a doverrlo determinare) il neonato ospearele S. Jacopo?

Lascia un commento