comunali 2019. BARONCINI E DANESI INCONTRANO I CITTADINI DI MONTECATINI ALTO

La nostra idea di rilancio parte da piccole cose ma che sicuramente daranno grandi risultati, s
L’incontro di ieri sera a Montecatini Alto

MONTECATINI, Ieri sera alla casa del popolo di Montecatini Alto si è tenuto  un primo incontro con il candidato Sindaco del centro destra Luca Baroncini e il candidato consigliere Adolfo Danesi in forza a Fratelli d’Italia per ascoltare e recepire problemi e disservizi che incombono sul nostro centro storico. Baroncini e Danesi  hanno voluto puntualizzare che la forza di una città, più o meno grande, è il suo centro storico, dove tutto è nato e dove è rappresentata la cultura e l’identità della popolazione .

Un  centro storico  che purtroppo negli ultimi anni è stato messo da parte, catalogato come frazione, come se fosse un residuo ed un fardello invece di un punto di forza. “Noi vogliamo rimettere al centro questa identità — queste le parole di Adolfo Danesi — e far ripartire tutta la città riprendendo in mano le radici e la cultura che l’hanno caratterizzata per anni”.

“ La cosa che vogliamo sottolineare —commentano  Baroncini e Danesi — è stata la grande voglia di partecipazione dei cittadini, la voglia di esprimere le proprie idee, di essere finalmente ascoltati  e soprattutto di denunciare i disservizi che caratterizzano il paese”.

“Per questo — continua Danesi — ringrazio  di cuore tutti i presenti e tutti quelli che non hanno partecipato ma sono sicuro che con la mente erano li con noi”.

“La nostra idea di rilancio — afferma il candidato Sindaco Luca Baroncini — parte da piccole cose ma che sicuramente daranno grandi risultati, spesso non sono le opere faraoniche che rilanciano un paese ma tante piccole cose ben studiate, come inserire Montecatini Alto in una rete di promozione turistica che comprenda tutti i borghi toscani per creare una sinergia sia in termini di sviluppo commerciale che culturale, con la creazione di eventi di spessore e promozione turistica a livello internazionale”.

Montecatini Alto

Baroncini e Danesi proseguono mettendo sul tavolo un ‘altra  proposta a costo zero: coinvolgere le attività ricettive presenti sul territorio e creare una sinergia con i locali di ristorazione del centro storico per evitare un disequilibrio  fra la “collina” e “la piana” .I

l tutto senza dimenticare  quanto sia importante tener conto del grado di vivibilità del paese; per non ritrovarsi con un paese fantasma bisogna riassettare sia l’arredo urbano ed il manto stradale, che dare ai cittadini  i servizi e  gli strumenti necessari per essere almeno al passo con il resto della città, questo vuol dire  portare anche su una rete internet e una connessione telefonica decente, evitare le crisi idriche sistemiche, pulirla dalle discariche a cielo aperto che si trovano intorno al paese; ridare spazi dove poter far giocare i bambini in tutta sicurezza. Per fare questo inizieremo ridando lustro al campo sportivo ormai abbandonato da anni e creando  spazi sicuri in paese dove far ritrovare i giovanissimi in tutta sicurezza senza pericoli di macchine .

Non dimenticheremo — si impegnano Baroncini e Danesi — che la terra benedetta dove riposano tutti i nostri cari  deve essere conservata e tenuta con rispetto e devozione  e i familiari che si recano in visita devono poterlo fare in sicurezza e in un ambiente degno del luogo sacro che rappresenta .

I due cimiteri di Montecatini Alto sono adesso, a causa dell’incuria , non solo  fatiscenti, ma anche estremamente pericolosi e non in sicurezza e questo è una grave forma di male amministrazione e di non rispetto della spiritualità. 

Luca Baroncini e Adolfo Danesi ringraziano  tutta la cittadinanza per la presenza e per il coinvolgimento espresso.

Luca Baroncini candidato Sindaco di centro destra

Adolfo Danesi candidato consigliere di Fratelli d’Italia

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email