comune. A DRESSADORE UN GONFALONE DI PISTOIA

Gli è stato consegnato il 12 aprile dal Sindaco Bertinelli e lo porterà con sé agli “Special Olympics 2017”
Alessandro Dressadore e il sindaco Bertinelli
Alessandro Dressadore e il Sindaco Bertinelli. 1

PISTOIA. Sugli sci è un fuoriclasse. Non a caso, nel 2017 prenderà parte, come atleta titolare nella disciplina Sci Alpino e nelle specialità slalom gigante, speciale e super G, ai Giochi mondiali invernali Special Olympics che si terranno in Austria.

Si tratta dell’atleta pistoiese affetto da sindrome di Down Alessandro Dressadore, appartenente allo Special Team Prato, che il 12 aprile, nella sala del Gonfalone del Palazzo comunale, ha ricevuto dal sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli uno speciale portafortuna, un piccolo gonfalone della propria città che lo accompagnerà nell’importante appuntamento sportivo.

Alessandro Dressadore
La cerimonia con Dressadore a Palazzo

All’incontro erano presenti anche la famiglia del ragazzo, un referente dello Sci Club della Doganaccia – con cui il giovane sciatore è tesserato –, un referente provinciale Special Olympics Italia, il direttore della Società della Salute Daniele Mannelli, la responsabile dell’unità funzionale di Riabilitazione territoriale dell’Asl 3 Laura Magazzini e il direttore dell’unità operativa di Medicina sportiva dell’Asl Nicola Mochi.

Special Olympics è un programma internazionale di allenamento sportivo e competizioni atletiche per le persone, ragazzi ed adulti, con disabilità intellettiva. Ogni anno una rappresentativa italiana viene chiamata a partecipare alternativamente ai Giochi mondiali (invernali o estivi) o a quelli europei.

Alessandro Dressadore e il sindaco Bertinelli. 2
Alessandro Dressadore e il Sindaco Bertinelli. 2

E nel 2017, anno in cui Pistoia sarà Capitale italiana della cultura, a disputare le Special Olympics ci sarà anche il pistoiese Alessandro Dressadore.

Partendo dal prestigioso appuntamento che aspetta lo sciatore toscano, l’incontro avvenuto in sala del Gonfalone ha permesso ai presenti di soffermarsi a riflettere sul ruolo che può assumere l’attività sportiva nel percorso di crescita delle persone con disabilità motorie o intellettive.

Lo sport vissuto, quindi, non soltanto come veicolo di socializzazione, ma anche di conquista di una propria autonomia e acquisizione di una sempre maggiore indipendenza.

Richiamando il testo del giuramento dell’atleta Special Olympics –“Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze” –, lo sport per Alessandro Dressadore è senz’altro anche espressione di una forte determinazione nel raggiungere risultati importanti, nello sport come nella vita.

[puggelli – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento