COMUNE. LA SANITÀ (CHE NON VA) AL CENTRO DEL DIBATTITO

Lungo e approfondito dibattito che ha visto l’intervento di molti consiglieri sia della maggioranza che dell’opposizione

ASL 3 PTPISTOIA. L’assise di lunedì 22 giugno si è aperta con le comunicazioni dei consiglieri, che si sono protratte per oltre tre ore, concentrandosi in modo particolare sul tema della sanità. Lungo e approfondito il dibattito stimolato, che ha visto l’intervento di molti consiglieri sia della maggioranza che dell’opposizione.

Il primo argomento è stato introdotto dalla capogruppo di Forza Italia Anna Maria Celesti e ha riguardato l’esigenza e la necessità di parcheggi di cortesia per donne in gravidanza e neo-mamme a Pistoia, a partire dal nuovo ospedale. La consigliera Breschi del Pd si è poi concentrata sulla legge regionale 28/2015 che sancisce l’accorpamento delle 12 Asl in tre grandi aziende di area vasta e sulla raccolta delle firme per il referendum abrogativo.

È stata poi la volta di Pistoia Domani. La capogruppo Margherita Semplici ha portato la discussione sulle valutazioni negative attribuite alla Asl3 nell’ambito dell’indagine dell’Istituto Sant’Anna, definendole “preoccupanti e indice di carenze sul piano dell’assistenza territoriale”. Ancora, il consigliere Capecchi ha ripreso l’allarme già espresso alla direzione della Asl3 dalla Fondazione Turati per i tagli annunciati. A rischio, secondo Capecchi, i servizi offerti sul territorio e il livello occupazionale. Da qui la proposta di convocare un consiglio comunale straordinario sulla sanità.

Sullo sport si è concentrato Alessandro Sabella (Forza Italia) che ha ricordato i successi del basket pistoiese, in modo particolare lo scudetto conquistato dall’Under 17. Come ha tenuto a sottolineato il consigliere, si è trattato di un importante riconoscimento per il progetto Pistoia Basket Academy che, al primo anno di vita, ha visto la squadra Under 19 arrivare a un punto dal tricolore di Divisione nazionale giovanile e l’Under 17 salire sul gradino più alto del podio.

La consigliera Semplici (Pistoia Domani) ha poi parlato delle novità introdotte dalla legge regionale 41/2015 alla “Disciplina per l’assegnazione, gestione e determinazione del canone di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica”. È stato sottolineato dalla capogruppo che le nuove disposizioni rendono inapplicabile il regolamento comunale, che necessita quindi di una revisione. Condannata da Pistoia Domani la linea d’azione che potrebbe prevedere la definizione di linee guida al posto di un nuovo regolamento in materia.

Il consigliere Sabella (Forza Italia) è tornato poi a parlare della pista ciclabile in viale Arcadia, evidenziando la necessità di concludere il cantiere, provvedendo a realizzare la segnaletica orizzontale e installare insegne luminose dove necessario, soprattutto nel punto di discontinuità del circuito.

centro-estivo--Dopo l’intervento del consigliere Sforzi (Gruppo misto) che ha evidenziato alcune carenze tecniche riscontrate in occasione di una recente commissione consiliare, Margherita Semplici (Pistoia Domani) ha puntato l’attenzione sui fondi del bilancio destinati ai Centri estivi.

Delle modifiche alla viabilità in via di Bigiano è tornato a parlare Capecchi (Pistoia Domani). Il consigliere ha criticato la scelta di anticipare e discutere dei singoli problemi direttamente con i cittadini interessanti, decontestualizzando le questioni specifiche da un progetto più complesso come il Piano Urbano della Mobilità e potenzialmente esautorando il consiglio comunale delle proprie funzioni.

La capogruppo Semplici (Pistoia Domani) ha poi denunciato l’abbandono di rifiuti abusivi in area delimitata situata in via Monfalcone, richiedendone il risanamento.

Le ultime due comunicazioni sono state presentate dal consigliere Sforzi (Gruppo misto) e Giorgi (Movimento 5 stelle). Nell’ambito della prima è stato fatto riferimento alla prassi di piantare un albero per ogni nato nel comune di Pistoia, mentre nella seconda è stato rivolto un appello nel tentativo di aiutare Gian Michele Gangale, ex elettricista reso invalido dopo un’aggressione, a risolvere i problemi burocratici che trattengono la compagna Lidiya in Ucraina.

[balloni – comune pt]

Vedi anche: Asl 3 sotto accusa: «Sanità vo cercando ch’è sì cara…»

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento