COMUNICATO PD PISTOIA CONTRO COMPORTAMENTI INACCETTABILI DELLA DESTRA

Logo Pd

PISTOIA. Riceviamo e pubblichiamo dal Pd di Pistoia:

A due giorni dalla conclusione della campagna elettorale, i sostenitori della destra pistoiese si sono mostrati per quello che sono.

Fanno appello alla moderazione dei toni, ma poi fanno ironie sulla danzaterapia per i malati di Parkinson.

Si dicono rispettosi di tutti, delle donne, delle diversità, ma poi postano la scena dello stupro in “Ultimo Tango a Parigi” ammonendo “io starei attento ad utilizzare il tango a sproposito”, riferendosi alla tangoterapia.

Dicono che non c’è differenza tra la destra e la sinistra, ma poi il loro candidato si dimentica di rispondere all’appello dell’Anpi che invitava tutti i candidati a dichiararsi antifascisti (vogliamo dirglielo: è sempre in tempo!)

Si presentano come moderati, poi però costruiscono ad arte un video di pessimo gusto nel quale paragonano il sindaco Bertinelli ad Hitler e i suoi collaboratori a gerarchi nazisti.

Ci tengono a mostrarsi come bravi ragazzi, poi però, definiscono “gente marcia dei sobborghi putridi” le persone che abitano nelle periferie, che si sentono rappresentate dal centrosinistra.

Sembrano vergognarsi di dire che sono di destra, ma quando si ricorda che Pistoia è Medaglia d’Argento al Valore Militare per la Liberazione dal nazifascismo, non riescono proprio a trattenere i fischi, anche se sono in diretta su Tvl.

I cittadini di Pistoia sono migliori di questi personaggi.

I cittadini di Pistoia meritano di più.

Oggi è morto Rodotà, che nel 2000 disse: “C’è un impoverimento culturale che si fa sentire; la cattiva politica è figlia della cattiva cultura”.

Noi per Pistoia vogliamo una buona politica che sia figlia, davvero, di una buona cultura.

PD Pistoia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento