CON LA PRESIDE PASTACALDI IL LICEO PETROCCHI È PIÙ ARTISTICO

I ragazzi del Liceo Artistico in festa
I ragazzi del Liceo Artistico in festa

PISTOIA. Del resto, è il Liceo Artistico e se non la organizzassero loro, quelli del Petrocchi, la festa di fine anno scolastico, chi altro Istituto superiore potrebbe.

Soprattutto da quando sullo scranno più prestigioso della scuola pistoiese di via San Pietro siede la dottoressa Elisabetta Pastacaldi, la Preside: è arrivata otto anni fa e da allora, nei primi giorni di giugno, il Liceo Artistico di Pistoia apre il portone in un orario insolito, dopo cena: ci sono quasi tutti gli studenti, buona parte del corpo insegnante, in particolare quello direttamente coinvolto nelle attività extra scolastiche della festa, le custodi e le segretarie, parecchi genitori, soprattutto quelli dei pargoli artisticamente più in vista e immancabilmente lei, la Preside, che poco o nulla ha da invidiare alle giovanissime studentesse alle quali augura un roseo futuro.

Anche ieri sera, venerdì 5 giugno, proprio come succede dal 2007, dall’avvento di Elisabetta Pastacaldi alla Presidenza dell’Istituto artistico, il Petrocchi si è vestito a festa e nel suggestivo atrio dell’edificio ha dato vita al propiziatorio e benaugurante saluto di fine anno scolastico.

Elisabetta Pastacaldi parla
Elisabetta Pastacaldi parla

“È una cosa molto bella – racconta raggiante la Preside –, particolare, suggestiva. È un ricordo in più, insieme a tutti gli altri indimenticabili della stagione più bella della vita di ogni essere umano, quello della scuola”.

Una delle professoresse più attive è Rossella Baldecchi, che oltre ad essere un solido punto di riferimento didattico, è anche una stimata pittrice. È una delle più feritili organizzatrici di questo rituale evento, ma tutte le volte è come se fosse la prima.

“Non so quale possa essere il risultato – racconta Rossella Baldecchi –, ma l’entusiasmo, la cura e la passione che hanno spinto tutte le persone coinvolte sono già una garanzia di successo”.

Quest’anno, il filo conduttore della festa, è stato il cinema e le circa quaranta classi di parecchie sezioni hanno dato vita a brevi trailers, ognuno dei quali ispirati ad una delle pellicole sottoposte ad accurata ispezione culturale: dalla commedia, al dramma, dalla satira ai kolossal.

Elisabetta Pastacaldi 9
La Preside al microfono

Qualcuno, tra i parecchi studenti impegnati ieri sera, probabilmente, riuscirà davvero ad asfaltarsi la strada dell’arte: qualcuno lo farà casomai proseguendo gli studi al Dams di Bologna; altri trovando fortune e pertugi attraverso altri mondi.

Parecchi, purtroppo, in coincidenza con la fine della scuola, entreranno nel vortice della disoccupazione e la spensierata goliardia dei cinque anni sui banchi, impreziosita dalla recita di fine anno fortemente voluta dalla Preside Pastacaldi, saranno solo un pio e mesto ricordo, sfumato e cancellato dall’ansia di non riuscire ad inserirsi in un mondo del lavoro che con la scuola, purtroppo, ha sempre minor punti di contatto.

Ma se è vero che non si vive di solo pane, a scuola, non si vive solo di compiti in classe, interrogazioni e voti: figuriamoci al Liceo Artitistico; figuriamoci quando la Preside è Elisabetta Pastacaldi.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento