concerto. ECCELLENTE “STABAT MATER”

Andrea Landi, Francesca Piccioni, Benedetta Gaggioli, Fann River, Franziska Shotensack, Mattia Riva

PISTOIA. Per chi, come chi scrive, ha scoperto tardivamente la musica sacra, l’interpretazione dell’orchestra Leonore è stata una magica rivelazione, esaltata dal privilegio del posto in prima fila: il soprano Benedetta Gaggioli ha scosso i diaframmi degli spettatori vicini, scuotendoli con l’emozione dei suoi brillanti acuti, la sua eleganza e intensa espressività.

Bravissimi anche gli orchestrali, impegnati con cinque archi nella forse più struggente e celeberrima opera di Luigi Boccherini: Clara Franzika Shotensack, Fanny Ravier, Francesca Piccioni, Andrea Landi e Mattia Riva.

Un momento del concerto

L’orchestra ha interpretato lo Stabat Mater in maniera  impeccabile, svolgendo una indimenticabile interpretazione del celebre violoncellista lucchese, dalla durata di circa 50 minuti.

Il teatro del palazzo de’ Rossi è stato messo a disposizione nella prossimità dell’evento dalla Fondazione Cassa Risparmio in sostituzione della Chiesa di San Giovanni Fuorcivitas, risultata inospitale agli artisti e al pubblico a causa delle basse temperature dovute alla coda di freddo invernale.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento