CONCORSO DI IDEE “EX BREDA 2015”: APPROVATA LA GRADUATORIA

L'area ex Breda
L’area ex Breda

PISTOIA. Si è concluso il concorso di idee riguardante l’area ex Breda, pubblicato lo scorso 16 aprile dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia con l’obiettivo di acquisire proposte progettuali per la riqualificazione estetica del complesso immobiliare di proprietà della Fondazione, sede del Polo Universitario Uniser, ubicato fra la biblioteca San Giorgio e lo spazio espositivo e fieristico della Cattedrale, e per il miglioramento funzionale delle aree pubbliche adiacenti (fra cui quella antistante la biblioteca, attualmente adibita a parcheggio) con particolare attenzione al perfezionamento delle relazioni tra i diversi fabbricati presenti in loco.

Dodici i progetti presentati, tutti firmati da giovani architetti e ingegneri di età inferiore ai quaranta anni iscritti ai rispettivi ordini professionali della provincia di Pistoia, che hanno partecipato al concorso, singolarmente o in forma associata, cercando di immaginare soluzioni innovative e originali in grado di valorizzare l’identità di un’area che negli ultimi anni ha acquisito sempre maggior rilievo all’interno del contesto urbano.

Oggi, infatti, l’area ex Breda si propone come una sorta di “distretto culturale”, caratterizzato dalla presenza del Polo Universitario, della biblioteca San Giorgio, dello spazio espositivo e polifunzionale della Cattedrale e, a breve, del museo dei rotabili storici che sarà realizzato nella vicina area ferroviaria, sul lato sud di via Pertini.

La planimetria generale dell'ex Breda
La planimetria generale dell’area ex Breda

Scaduti i termini del bando lo scorso 15 giugno, la Giuria – composta dal prof. Ivano Paci, Presidente della Fondazione Caript; il prof. arch. Pietro Carlo Pellegrini di Lucca, indicato dal CdA della Fondazione; la dott. arch. Elisa Spilotros, indicata dal Comune di Pistoia; il prof. arch. Fabrizio Rossi Prodi di Firenze, indicato dall’Ordine degli Architetti; e il dott. ing. Simone Staccioli di Firenze, indicato dall’Ordine degli Ingegneri – ha esaminato e valutato gli elaborati, connotati in forma anonima da un codice numerico, predisponendo la graduatoria. Successivamente si è proceduto all’apertura pubblica delle buste contenenti i nomi dei progettisti, così da effettuare l’abbinamento tra la documentazione amministrativa e le opere presentate.

Al primo posto, con punti 95/100, si è collocato il progetto degli architetti Alessio Gai e Michele Fiesoli, ai quali andrà, come previsto dal bando, il primo premio di 4.000 euro; al secondo posto, con punti 90/100, la proposta dell’architetto Nicholas Diddi realizzata con la collaborazione di Alessandro Barghini, che si è aggiudicata il secondo premio di 2.500 euro; infine, gli altri dieci progetti proposti, che si sono classificati ex aequo con punti 65/100, per ognuno dei quali la Fondazione corrisponderà 300 euro a titolo di rimborso spese (In allegato, la graduatoria completa).

La Fondazione Caript, inoltre, ha in programma di allestire al termine dell’estate una mostra con gli elaborati per dare modo alla cittadinanza di conoscere nel dettaglio i progetti presentati, e celebrare i vincitori con un evento di premiazione.

Scarica: Graduatoria

[vannucci – caripit]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento