confartigianato. LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLA PERSONA

Appuntamento domani, venerdì 11 marzo alle 16:15, a Palazzo dei Vescovi
Giorgio Merletti
Giorgio Merletti

PISTOIA. “La tecnologia e l’economia al servizio della persona” è il tema di un incontro promosso da Confartigianato Imprese Pistoia. L’appuntamento è per venerdì 11 marzo alle 16:15 a Palazzo dei Vescovi .

La tecnologia entra sempre di più nelle nostre vite, svolge un ruolo sempre maggiore nelle nostre attività quotidiane, anche non lavorative.

I progressi tencologici, in ogni campo, sono sempre più al servizio delle famiglie e delle persone; soprattutto sempre più al servizio di coloro che dalle scoperte traggono un miglioramento della qualità della loro vita.

Tecnologia e economia, vanno a braccetto perché se l’economia non supporta la tecnologia, tanti risultati positivi non si potrebbero ottenere. Di tutto questo si parlerà nel pomeriggio di venerdì, nel corso di questo evento che avrà come momento centrale, una tavola rotonda sulle esperienze del territorio, animata dal presidente di Confartigianato Imprese Pistoia, Simone Balli, dall’ingegnere Alessandro Ridolfi, ricercatore del Dief (Laboratorio di Fisica Tecnica) dell’Università di Firenze, e l’ingegnere Filippo Cavallo, ricercatore dell’Istituto di biorobotica della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa. La tavola rotonda sarà condotta da Luigi Bardelli, direttore di Tvl, ma anche presidente della Maic che porterà una testimonianza diretta di come la tecnologia può essere messa a servizio dei diversamente abili.

Il tema della discussione, sarà “preparato” da alcuni interventi propedeutici: quello del professore e ingegnere Carlo Bartoli, docente del Destec (Dipartimento di ingegneria dell’energia, dei sistemi, del territorio e delle costruzioni) dell’Università di Pisa, dell’architetto Giorgio Merletti, presidente nazionale di Confartigianato Imprese, del dottor Samuele Bertinelli, sindaco di Pistoia.

“Gli artigiani e le piccole imprese – sottolinea il presidente di Confartigianato, Merletti – sono protagonisti della rivoluzione tecnologica: proprio grazie all’innovazione riescono a valorizzare il patrimonio di creatività, tradizione, qualità manifatturiera che rende il made in Italy un modello produttivo apprezzato nel mondo.

“Ma nell’artigianato la persona è al centro dell’impresa: nei prodotti e nei servizi artigiani ci sono l’intelligenza della mano, la creatività della mente, la passione del cuore. E sono proprio questi ‘ingredienti’ a fare il successo dei prodotti made in Italy nel mondo”.

All’inizio dell’evento, porteranno i loro saluti, il vescovo Fausto Tardelli; il presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia, professor Ivano Paci; il presidente della Cassa di risparmio di Pistoia e della Lucchesia, avvocato Alessio Colomeiciuc; il vice direttore del Destec dell’Università di Pisa, professore e ingegnere Mauro Sassu; il vice direttore del Dief dell’Università di Firenze, professore e ingegnere Monica Carfagni; il direttore dell’Istituto di biorobotica della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, professor e ingegnere Paolo Dario.

Il seminario ha avuto il patrocinio scientifico delle Università di Pisa e Firenze e della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa.

[confartigianato pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento