conflitti interesse. IL COMITATO RI-SOLLECITA I PALAZZI

Domenico Gallo

PISTOIA. La sig.ra Paola Gelli ha lungamente atteso che qualcuno rispondesse in modo appropriato alla richiesta di un pronunciamento proposto all’attenzione delle più alte cariche dello Stato su una presunta ipotesi di conflitto di interessi, argomento largamente dimenticato nel nostro paese, afflitto da clientelismi, nepotismi e intrecci di relazioni più o meno familistiche.

L’iniziativa del Comitato per la Chiusura dell’Inceneritore di Montale era stata formulata in relazione alla vicenda del ricorso in Cassazione effettuato dalla società proprietaria della discarica del Cassero che si è avvalsa dello studio legale Niccolai nel quale è associato l’avvocato Mario Gallo, il figlio del giudice di Cassazione Dott. Domenico Gallo, come è stato bene specificamente pubblicato su questi schermi il 9 maggio dello scorso anno.

La Presidente del Comitato per la Chiusura dell’Inceneritore di Montale, Paola Gelli

Nessuna specificazione è pervenuta nemmeno dallo studio legale associato e dunque, il silenzio incombe facendoci concordare come, il lungo periodo di attesa senza un necessario pronunciamento, lascerebbe presagire che l’argomento è off per l’intera comunità dei politici e delle categorie professionali che operano in ambiti di pubblico interesse.

La segnalazione è stata Inviata al Quirinale, Parlamento, Corte di Cassazione, Procuratore Generale, Associazione Nazionale Magistrati e Consiglio Nazionale Forense.

Per questo motivo, vista l’imminenza della rinnovazione dei vertici della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, ritiene opportuna anche rinnovare la richiesta di pronunciamento e/o chiarimento sui ruoli dei soggetti professionalmente applicati in giudizi con possibili relazioni di parentela.

La segretaria della Camera dei Deputati, ebbe a informare (subito dopo il primo sollecito) che la Presidente Boldrini aveva dato incarico alla “Commissione affari giurisdizionali” dell’esame della questione, ma nessun riscontro è pervenuto a distanza di oltre 8 mesi dal sollecito.

Vi aggiorneremo, speriamo presto, degli interessanti sviluppi.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento