consiglio. APPROVATO IL RENDICONTO DI GESTIONE 2015

Il Consiglio Comunale in seduta
Il Consiglio Comunale in seduta

PISTOIA. Lunedì 4 luglio, il consiglio comunale ha approvato il rendiconto di gestione 2015.

Con venti voti a favore e sette contrari, l’assemblea di palazzo di Giano ha dato il via libera ai conti del Comune relativi allo scorso anno. Nonostante i vincoli stabiliti dallo Stato e i problemi pluriennali che affliggevano il bilancio, è proseguita e si è rafforzata l’azione di risanamento e di riequilibrio. In estrema sintesi , il consuntivo 2015 presenta un risultato complessivo di amministrazione di 31.860.488 e vede avvicinarsi l’obiettivo del pareggio di bilancio nel 2017: il disavanzo di amministrazione scende infatti a 913.350 euro e sarà assorbito entro il prossimo anno, secondo le norme di legge.

Tutte le scelte fondamentali, dalla riduzione dell’indebitamento, ai tagli della spesa corrente, alla riduzione della spesa di personale sono state confermate. Per garantire le risorse necessarie al perseguimento degli obiettivi per gli obiettivi fondamentali dell’Amministrazione, ha spiegato l’assessore Palagi, l’azione di riduzione della spesa interna continua ad essere perseguita con grande attenzione e rigore, attuando un  lavoro rilevante di razionalizzazione,  mantenendo comunque un alto  e qualificato livello dei servizi.

Sui risultati della gestione 2015 sono poi intervenuti  i consiglieri.. Ad aprire il dibattito è stato Melani del Pd che ha sottolineato come “nel contesto della finanza pubblica in cui agiamo, riscontriamo comunque una tendenza al miglioramento. Questa amministrazione ha deciso, infatti, di non indietreggiare sul livello dei servizi erogati, di rivedere annualmente e in modo attento le spese  dell’Ente, di non accendere nuovi mutui”.

Critiche all’impianto sono arrivate, innanzitutto dal cinquestelle Del Bino e Patanè di Pistoria 1117. “Le prospettive per gli anni a venire sono incerte e come gruppo siamo particolarmente dispiaciuti perché sono diminuiti gli investimenti relativi ad attività culturali, turismo e assetto idrogeologico” ha precisato il consigliere pentastellato.

“Questo bilancio è omologo rispetto ai precedenti. Non c’è stata riduzione della spesa, al contrario di quanto era stato annunciato. Spendiamo più di quanto incassiamo” ha evidenziato la capogruppo di Pistoia Domani Semplici, sottolineando anche la necessità di realizzare maggiori interventi in città. Sabella di Forza Italia ha chiesto di incrementare gli investimenti sul turismo, in modo particolare sulla cartellonistica, puntando poi il dito sugli scarsi proventi da alienazioni e sulla spesa, considerata esigua, per le manifestazioni sportive. Scarsa attenzione sugli impianti sportivi è stata segnalata anche da Capecchi di Pistoia Domani, mentre Tomasi ha chiesto riforme strutturali.

“Non siamo soddisfatti, ci auguriamo un cambio di passo” ha rimarcato il consigliere del Gruppo misto Sforzi. Negativo anche il giudizio espresso da Bartolomei di Pistoia Futura che ha evidenziato come “il vero cancro del bilancio comunale è la spesa per la pubblica istruzione”. Sul fronte opposto si è schierata la consigliera Billero di Federazione della sinistra che ha passato in rassegna gli sforzi compiuti dal Comune per risanare il bilancio.

Il consigliere Pd Gonfiantini ha ripercorso le tappe del percorso di risanamento, apprezzando il lavoro dell’amministrazione, e ha posto, per il prossimo mandato, la questione della ridefinizione della soglia di esenzione dell’addizionale Irpef.

Apprezzamenti sulla riduzione della spesa e sulla volontà di arrivare a un equilibrio di bilancio sono arrivati da Lattari di Pistoia Spirito Libero che però ha riscontrato una certa carenza di innovazione.

“Il consuntivo è una mera fotografia, su quei numeri non possiamo incidere. Esiste una sproporzione tra spesa ed entrata corrente, ma l’importante è individuare una via di uscita. In questo senso, dalla minoranza non ho sentito alcuna proposta” ha precisato il capogruppo Pd Sarteschi.

“Tutti gli indicatori di questo resoconto di gestione sono positivi, ma possiamo e dobbiamo migliorare ancora” ha esordito l’assessore al bilancio Palagi nella replica, ricordando come l’obiettivo per il prossimo anno sia il raggiungimento e il  mantenimento del pareggio di bilancio in un equilibrio sostanziale e stabile fra entrate ordinarie e uscite ordinarie.

Tutte le decisioni relative alla revisione della spesa, alla diminuzione  degli oneri e dello stock del debito, al recupero dell’evasione e della elusione fiscale, al rafforzamento del sistema dei controlli saranno confermate, per garantire un equilibrio stabile del bilancio.

Al momento della votazione non hanno partecipato il Movimento 5 stelle e Pistoria 1117. Si sono espressi a favore i gruppi del Pd, Pistoia Spirito Libero, Insieme per Pistoia, Federazione della sinistra. Contrari, Gruppo misto, Forza Italia, Pistoia Domani, Pistoia Futura.

[daniele – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento