consiglio. BILANCIO DI PREVISIONE, INIZIATO IL DIBATTITO SUL DUP

Il Consiglio Comunale in seduta
Il Consiglio Comunale in seduta

PISTOIA. Nell’ambito della discussione sul bilancio di previsione, giovedì 5 maggio il consiglio comunale ha iniziato ad affrontare il documento unico di programmazione – Dup –, che traccia a grandi linee il piano di bilancio 2016-2018 e si divide in due sezioni: quella strategica, che tiene conto delle linee programmatiche del mandato amministrativo, e quella operativa, che contempla la programmazione dell’ente in materia di lavori pubblici, personale e patrimonio.

La discussione si è prolungata nella seduta di ieri, martedì 10 maggio, durante il quale sono stati illustrati i 21 emendamenti elaborati dai gruppi di minoranza Pistoia Domani, Forza Italia e Gruppo Misto accolti dalla giunta.

Il dibattito nel merito del documento di programmazione e, a seguire, sul bilancio di previsione 2016 nella sua interezza riprenderà lunedì 16 e martedì 17 maggio, a partire dalle 15, nella sala di Grandonio del Palazzo comunale.

Nella seduta di giovedì scorso, prima di entrare nel merito del documento di programmazione, l’assemblea ha trattato due questioni sospensive, entrambe presentate da Pistoia Domani e bocciate in sede di votazione. Con la prima si chiedeva di sospendere la discussione sul bilancio fino al momento in cui il Dup non fosse stato redatto in modo più completo e ampio; la seconda proponeva, invece, di interrompere il dibattito “fin quando non sarà chiarito tutto quanto concerne il bilancio Far.com”.

Sulle farmacie comunale si è sviluppato un ampio dibattito a cui hanno preso parte tanto i consiglieri di maggioranza quanto quelli di minoranza. A stimolare tale disamina anche la presentazione di un emendamento da parte di Pistoia Domani – respinto con apposita votazione – in cui si chiedeva di valutare la cessione dell’intero pacchetto azionario di Far.com, a fronte dell’ipotesi avanzata dall’amministrazione comunale di cedere una parte delle quote, mantenendo comunque al Comune la maggioranza e il controllo della partecipata.

In tema di alienazioni è stato bocciato, poi, anche l’emendamento del Movimento 5 stelle sul valore ipotizzato dal Comune per la vendita delle quote di partecipazione nella Centrale del Latte.

Nei cinque emendamenti al Dup presentati da Pistoia Domani e accolti dalla giunta si ribadiscono le esigenze di redarre un nuovo Piano di protezione civile entro la scadenza del mandato amministrativo e di aggiornare il regolamento sulla gestione del patrimonio entro settembre; di ripristinare e potenziare il sistema di videosorveglianza nelle aree della città che presentano maggiori criticità; di attuare un puntuale programma di manutenzione delle aree a verdi esistenti; di discutere il nuovo Piano urbano della mobilità sostenibile nelle commissioni consiliari competenti.

Tra gli 11 emendamenti di Forza Italia accolti si annoverano le proposte di porre attenzione alle nuove tecnologie per la raccolta dei rifiuti sia in ambito periferico che all’interno del centro storico; di proseguire con le verifiche sismiche all’interno degli edifici scolastici comunali; di affrontare il problema del ripopolamento della montagna prevedendo servizi pubblici adeguati e agevolazioni fiscali per incentivare ristrutturazioni di immobili da parte di futuri residenti; di prevedere maggiori controlli nelle zone della città che negli ultimi anni hanno destato preoccupazione in termini di sicurezza; di dare attuazione alla realizzazione dei parcheggi rosa; di implementare la promozione del territorio attraverso tutti i canali telematici possibili.

Nel gruppo dei 5 emendamenti del Gruppo Misto recepiti nel Dup si prevedono azioni specifiche per favorire il ripopolamento delle zone montane, ma anche la sostituzione delle tubature in amianto. Portata in votazione su richiesta di Pistoia Domani la proposta del Gruppo Misto di creare sportelli di ascolto, mediazione e accoglienza per persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender, intersessuali e queer. Tale indicazione – accolta preliminarmente dalla giunta – è stata approvata dall’aula a larga maggioranza.

Discussa in assemblea, tramite un emendamento di Forza Italia poi bocciato ai voti, la proposta di ridurre la spesa prevista per le consulenze esterne del servizio affari legali.

Un’ampia discussione sul programma dettagliato degli incarichi esterni è stato affrontata nella seduta di giovedì 5 maggio attraverso la disamina degli oltre trenta emendamenti presentati da Movimento 5 stelle, Pistoia Domani e Forza Italia, tutti respinti in sede di votazione.

[balloni – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento